Il Vangelo degli Esseni viene attribuito all’apostolo Giovanni.
Recensione a cura di Mario Rizzi (sito www.viveremeglio.org).

 

“Non cercate le leggi nelle vostre scritture, perché la legge è vita, mentre le scritture sono morte”. Gesù di Nazareth

Questo è un libriccino che può mettere in crisi. Esso è stato tradotto da antichi manoscritti dei primi secoli dopo Cristo e contiene gli insegnamenti che Gesù impartiva nei riguardi della alimentazione e di altre regole igieniche di vita.

Contrariamente ai Vangeli sinottici, dove il messaggio di Gesù appare molto essenziale, e privo di quell’entusiasmo che la forza trascinante del maestro lascia supporre, il messaggio in questo testo ci presenta un Gesù poetico, autorevole e forte, il Gesù che era ascoltato perché la gente che parlava con autorità.

Ovviamente il messaggio presentato, indirizzandosi a persone vissute in tempi e luoghi assai diversi dai nostri, deve essere opportunamente considerato onde trarne gli ammaestramenti che possono essere tuttora utilizzati, tralasciando così alcuni dettami che non sono confacenti ai tempo attuale. Eccone una stralcio: “In verità vi dico, l’uomo è figlio della madre terra e da lei il figlio dell’uomo riceve l’intero suo corpo… Da lei voi siete nati, in lei vivete ed in lei ritornerete di nuovo… Osservate dunque le sue leggi perché nessuno potrà vivere a lungo, od essere felice, se non osserverà le sue leggi…

In verità vi dico, se voi mancherete di rispettare una sola di queste leggi e danneggerete un solo membro del vostro corpo , voi sarete completamente perduti nelle vostre penose malattie…”

Poche parole con un contenuto importantissimo, già si può intravedere come il messaggio punta a responsabilizzare… Se sei malato non cercare la causa tanto lontano, cercala nei tuoi errori, nel tuo modo di agire, di pensare e di alimentarti. Continua a leggere

Annunci