Tag Archive: spiritualità


 

Questo  video di Anne Givaudan fa riferimento al suo libroanne-150x150

Incontro con gli invisibili custodi della natura

Che ne è dei folletti, degli elfi, degli gnomi, di silfidi, ondine e Deva? Sono solo personaggi partoriti dalla fantasia dei poeti, relegati nel dimenticatoio dal materialismo imperante ove ciò che è sottile non ha diritto di cittadinanza? Il nostro mondo ha vissuto una progressiva densificazione, ma oggi risale, anche se a fatica, verso un futuro più luminoso e meno denso: la famosa “eterizzazione” del pianeta è inevitabile. E per gli invisibili custodi della Natura è ora possibile manifestarsi più spesso (scopriremo, in questo libro, che è proprio questo che sta accadendo), e riprendere le comunicazioni con gli umani: ci avviamo verso un mondo in cui i diversi regni sono consapevoli gli uni degli altri, possono comunicare fra loro e cooperano per il bene comune… Come avviare queste prime comunicazioni? Come fare anche noi la nostra parte? è quanto ci spiega Anne Givaudan in questo libro, frutto come sempre dei suoi viaggi fuori dal corpo, dopo aver avuto accesso alle dimensioni dei molti e diversi custodi invisibili (ma sempre meno invisibili!) della Natura.

INCONTRO CON GLI INVISIBILI CUSTODI DELLA NATURA

Fonte: starseednewproject

 

Uno scienziato russo ha immortalato l’anima nell’istante in cui abbandona il corpo dopo il decesso

Fonte:www.ecplanet.com

L’esatto momento in cui l’anima lascia il corpo sembra essere stato catturato dallo scienziato russo Konstantin Korotkov, direttore del Research Institute of Physical Culture di San Pietroburgo, che avrebbe fotografato una persona con un dispositivo bioelettrografico nel momento esatto in cui è deceduta.

Korotkov ha scattato la foto con la tecnica Kirlian: il metodo, adottato dal Ministero della Salute russo ed utilizzato da oltre 300 medici in tutto il mondo come forma di monitoraggio per malattie come il cancro, è stato perfezionato da Korotkov con tecnica GDV (Gas Discharge Visualization) che ha poi applicato su una persona in punto di morte.

L’alone azzurro nell’immagine a sinistra rappresenta il momento in cui, secondo lo scienziato, l’anima sta abbandonando il corpo che, una volta spirato il soggetto, diviene rosso.

Secondo Korotkov, l’ombelico e la testa sono le parti che per prime perdono la loro forza (cioè l’anima) mentre l’inguine ed il cuore sono le aree che vengono abbandonate per ultime.

Lo scienziato ha affermato che le immagini da lui ottenute dimostrerebbero che l’anima ritorna più volte nel corpo, specie in caso di morte violenta o improvvisa, come se manifestasse uno stato confusionale e ritornasse nel corpo nei giorni seguenti alla morte: lo scienziato ascrive il fenomeno ad energia non utilizzata che è contenuta nell’anima.

Per Korotkov più la morte è improvvisa e non naturale, più l’anima, rappresentata dalle onde elettromagnetiche fosforescenti, resta a lungo vicino al corpo, quasi stentasse ad accettare l’improvvisa separazione.

Per Korotkov, la tecnica potrebbe essere utilizzata per monitorare tutti i tipi di squilibri biofisici, per le diagnosi in tempo reale ed anche per svelare se una persona possiede poteri psichici o meno.

Fonte: meteoweb.eu

L’ascensione della kundalini

 

L’ascensione della kundalini ha un rapporto con la trasformazione del nostro organismo materiale in un organismo spirituale e divino ?

« Assolutamente !

Questa domanda è molto importante per il vostro divenire, perché quando la kundalini salirà, non si fermerà al centro di forza coronale. Si fermerà sul momento all’ottavo centro di forza. E’ il serpente di energia che, rizzandosi, inonderà la colonna vertebrale e tutti i centri di forza e sveglierà interamente la parte spirituale dell’essere. E’ la kundalini che permetterà il passaggio tra l’umano e il divino.

Quello che bisogna sapere, è che la kundalini anche per la Terra. Ovviamente, non passerà nella colonna vertebrale come per voi. Ma il suo fuoco interno andrà fino al centro spirituale e inonderà completamente ogni sua materia. Sarà lo stesso per gli esseri umani, ma per loro passerà attraverso la colonna vertebrale inondando tutto il loro corpo di materia. Continua a leggere

PER TUTTE LE “ANIME DELLA DISTORSIONE” | ANIMA COSMICA.

Fonte:www.777lumen.blogspot.com

Domanda: Che cos’è questa consapevolezza e come la si può ottenere?

Risposta: Tu sei la consapevolezza. Consapevolezza non è altro che il tuo nome. Poichè tu sei consapevolezza non c’è necessità di conseguirla o coltivarla. Tutto ciò che devi fare è rinunciare all’essere consapevole di altre cose, cioè del non-Sé. Se si rinuncia ad essere consapevoli di esse, allora rimane la pura consapevolezza, e quella è il Sé.

Domanda: Se il Sé è consapevolezza perché non ne sono consapevole anche ora?

Risposta: Non c’è dualità. La tua conoscenza presente è dovuta all’ego ed è soltanto relativa. La conoscenza relativa richiede un soggetto e un oggetto, laddove la consapevolezza del Sé è assoluta e non richiede oggetto. Analogamente anche il ricordo è relativo, richiedendo un oggetto da ricordare e un soggetto che ricordi. Quando non c’è dualità, chi ricorda e chi viene ricordato?
Il Sé è perennemente presente (…) La migliore definizione è “Io sono Colui che Sono”.

Domanda: Quando un uomo realizzerà il Sè, cosa vedrà?

Risposta: Non c’è vedere. Il vedere è solo essere. Lo stato della autorealizzazione, così come lo chiamiamo, non è il conseguire qualcosa di nuovo o il raggiungere una meta lontana, ma è semplicemente essere quello che si è sempre stati e che sempre si sarà. Tutto ciò di cui avete bisogno è abbandonare la vostra percezione del non vero come vero. Tutti noi stiamo considerando reale quello che non è reale. Dobbiamo soltanto rinunciare a questa abitudine.  Continua a leggere

Guarire se stessi e il mondo con anima

Fonte:ShinyPeace

FRANCO BATTIATO – MEDITATE GENTE, MEDITATE

Fonte: www.animacosmica.org 

Franco Battiato lo fa da 35 anni. Due volte al giorno. Che si trovi nella sua Catania o dall’altra parte del mondo. Destinazione: «L’unica zona dell’universo dove le raccomandazioni non funzionano».

«Medito tutti i giorni, all’alba e all’imbrunire». Dice proprio così, all’imbrunire, usando questo termine arcaico che trasmette un senso di calma e al tempo stesso di malinconia. Una parola svincolata dall’orologio frettoloso degli uomini, ma legata al trascorrere del tempo solare, delle stagioni, del vento, della pioggia e del mare che Franco Battiato vede in lontananza dalla sua casa sulle pendici dell’Etna dove migra in primavera fino all’autunno.

Il resto dell’anno lo passa a Catania, con qualche puntata a Milano e Londra, per lavoro e per prendere una boccata di aria metropolitana. Perché Franco Battiato è un mistico ma non un eremita. È uno che del mondo moderno ha deciso di prendere solo la parte che gli interessa. Lo vorremmo fare tutti, direte voi. Ebbene sì, ma non è così semplice. Spiritualità, ascesi, visioni, purezze interiori, tutti gli spunti mistici che ritroviamo nella sua musica non sono lì per caso. Il percorso di ricerca interiore di Battiato, adesso cinquantanovenne, diventato famoso con La voce del padrone (1981), primo Lp in Italia a toccare il milione di copie, affonda le sue radici lontano. Continua a leggere

La Dodicesima Illuminazione – Intervista a James Redfield

Fonte:nonsoloanimatv


NonSoloAnima.TV incontra James Redfiled, conosciuto al mondo come l’autore del bestseller La Profezia di Celestino e ora autore della Dodicesima Illuminazione. L’autore ci parla delle chiavi per portare la visione spirituale nella quotidianità dell’essere umano (Milano, 13 Maggio 2011).

WESAK

WESAK

La grande benedizione di tutta l’umanità. Secondo un’antica leggenda, l’Iris sboccia nel momento esatto in cui il Buddha ritorna e si presenta sulla Terra. Per questo motivo l’Iris è diventato il simbolo del Wesak.

CONOSCERE IL WESAK

I giorni sacri

 Ci sono giorni particolari sulla Terra, giorni sacri in cui la divinità, sotto multiformi aspetti si piega ad incontrare i Suoi figli minori, le sue creature meno felici, intrappolate in corpi di carne, portando il conforto della Sua presenza. Quasi sempre si tratta di «feste mobili», collegare ai pleniluni e stranamente vicine fra loro. Continua a leggere

Astenersi dal giudizio

Ma così è l’amore: istintivo, inspiegabile, disinteressato. Innamorati, non si sente ragione;non si ha paura di nulla; si è disposti a tutto.

Innamorati, ci si sente inebriati di libertà; si ha l’impressione di poter abbracciare il mondo intero e ci pare che il mondo intero ci abbracci.

Tiziano Terzani


 

Come sentire l’Aum – di Paramahansa Yogananda

Fonte:www.terembir.com

Le cose materiali forniscono vera gioia? No! Per qualche momento danno un piccolo piacere passeggero, che, sempre, e,’ pero’, seguito da pene. Esse ci promettono gioia, ma non mantengono la parola data.Colui che si diverte troppo con i piaceri della terra smarrira’ la felicita’; coloro che si arrendono alla vita sessuale, perderanno la loro vitalità;chi mangia eccessivamente, perdera’ la salute e la soddisfazione del cibo.Ovunque andrete vi accorgerete che la gente raccoglie il frutto degli eccessi che ha seminato durante l’esistenza.”Il prezzo del peccato e’ la morte”.Il peccato e’ ignoranza; ignoranza delle leggi cosmiche Divine della vita.Soltanto quando giungiamo a vivere armoniosamente con la legge di Dio ci armonizziamo con il nobile proposito dell’esistenza umana.Dio non ci castiga; siamo noi stessi a castigarci, in accordo con la legge di causa e di effetto. Se semineremo buone opere raccoglieremo felicita’;se, invece, ne produrremo di cattive, ci ritroveremo immersi in molti dispiaceri.La vecchiaia, le preoccupazioni, le malattie, e la morte rappresentano solo alcuni effetti del peccato, o ignoranza della legge universale. Sarebbe cosa completamente inutile se noi soddisfacessimo la presente vita “esistendo” solamente, e, poi, morendo. Tutti noi speriamo che le nostre vita producano bene e piacere.Devi seguire il sentiero, sino alla fine; e se avrai scelto quello appropriato, inevitabilmente, li’, incontrerai Dio. Evita i viottoli del desiderio materiale, che conducono soltanto ad un abisso di insoddisfazione.Ogni buona azione che compirai sara’ come il colpo di un piccone che,perforando il suolo della coscienza, permettera’ alla sorgente della gioia Divina di zampillare.Ma, il piccone della meditazione, che rappresenta l’azione perfetta per antonomasia, perfora la superficie interiore della coscienza e fa scaturire la gioia totale della vita. Il “geiser” della Felicita’ Suprema cresce e fluisce perpetuamente nell’anima, attraverso il silenzio trapanante. Continua a leggere

HAARP E ILLUMINATI


Consiglio a tutti di riguardarsi Spirit World 1 – Evidenza dell’Etere



 


E E poi Spirit World 2 – La Cabala Aliena

 

 

” Quando la Realtà è afferrata dal concetto non è più la Realtà”.
BABAJI


Leggendo il Settimo Vangelo- La Legge Eterna dell'Amore mi è venuta voglia di condividere con voi questo stupendo pensiero di BABAJI:

Il Mondo non è che un pensiero della Mente    



" Il Mondo non è che un pensiero della Mente.
Finché vi è un solo pensiero nella mente dell'uomo, vi è anche il mondo....
....ma se anche quest'ultimo pensiero scompare, scompare anche il mondo e rimane la nostra Origine Divina, non dualistica:
l'ATMA (ANIMA) che è ANANDA...BEATITUDINE...GIOIA...ESTASI...Felicità massima
di solo ESSERE,
di solo esistere,
di solo vivere.
Proprio perché non si possiede più mente...più nulla...si ha tutto. E' la gioia della Libertà.
Conoscere la NON-FORMA di se stessi- la vostra ANIMA- significa conoscere la Gioia della vostra Libertà. Significa conoscere la Gioia del 
vostro Vero Sé Interiore...che è Amore. Continua a leggere 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: