Tag Archive: Krishna


Fonte:www.ufoplanet.ufoforum.it

Dei, demoni o altro?

 

Il Mahabharata e il Ramayana, come quasi tutti i grandi classici dell’India, descrivono svariati dei e demoni. Per la maggioranza degli studiosi, queste entità appartengono ai reami della mitologia, ma per altri, essi sono considerati come esseri reali che esistettero in tempi remoti.

 

Ciò che si racconta di meno, sebbene menzionato nei testi sopra e nei Shastras (testi scientifici Veda), è che questi demoni e dei possedevano una vasta gamma di armi letali. Forse essi non erano divini, ma eccezionali entità provenienti da questo o da qualche altro pianeta.

 

 

 

Le Guerre degli Dei

 

Se guardiamo nello Srimad Bhagavatam di Krishna Dvaipayama Vyasa, troviamo la descrizione dettagliata di una tremenda battaglia tra il dio Krishna ed il demone Banasura, che a quel tempo poteva contare sull’aiuto di Shiva, il quale iniziò a far fuoco con tutte le sue armi su Krishna, senza esito, grazie alla capacità di Krishna nel neutralizzarle. Continua a leggere

Annunci

La Kundalini

« … La Kundalini è una delle più potenti energie. L’intero corpo del ricercatore inizia a risplendere con l’ascesa della Kundalini. Grazie ad essa, impurità fisiche indesiderate scompaiono. Il corpo del ricercatore improvvisamente appare molto armonioso, lo sguardo appare luminoso e magnetico e l’occhio stesso risplende. »

Alla base del raggiungimento dello yoga, vi è un’energia che risiede nell’osso sacro di ogni essere umano. Probabilmente gli antichi greci, attribuendo il nome “sacro”
aquell’osso, avevano intuito che in esso vi fosse qualcosa di importante.
Questa energia è chiamata in sanscrito Kundalini, termine che deriva da kundal, che significa “spira”, ed indica il fatto che questa energia si trovi avvolta su se stessa in tre spire e mezzo nella sua sede naturale, chiamata in sanscrito Muladhar (da non confondere con il Muladhara chakra che si trova sotto l’osso sacro).

La Kundalini si trova allo stato potenziale fin dalla nascita. Nel momento in cui essa è risvegliata, si muove lungo un canale energetico (detto Sushumna Nadi) disposto per tutta la lunghezza della spina dorsale, attraversa il cervello e poi un’area detta “osso della fontanella” disposta sulla cima della testa (la parte del cranio che è morbida nei neonati); infine la Kundalini fuoriesce e si connette con l’energia universale e questa unione è detta appunto yoga.

Cosmologia Vedica – Planetario

Fonte: www.radiokrishna.com

Dentro e fuori dal tempo e dallo spazio: visita al mondo trascendentale, a quello materiale e ritorno a casa.

 Questo e’ un modo semplificato di capire il percorso di un’anima spirituale nel “samsara”, il ciclo di nascite e morti. Vengono illustrati gli argomenti di base per capire il mondo e la vita in esso, e per aiutare ad imparare i diversi modi di vita che portano all’elevazione o alla degradazione. Con queste informazioni potrai controllare meglio la tua vita, in armonia con l’universo e le sue leggi:

 Questo “tour” e’ basato su scritture Vediche come la Bhagavad-Gita (BG), lo Srimad Bhagavatam (SB), la Caitanya Caritamrita (CC), la Brahma-Samhita (BS) ed altre risorse Vaisnava.

Io sono un jiva, un’anima spirituale, eterna particella del Signore. La mia “svarupa”, il mio corpo spirituale, ha una forma simile ad uno dei corpi materiali di questo mondo, ma e’ formato da eternita’, conoscenza e felicita’ (sac-cid-ananda). Sebbene io possa stare qui eternamente nell’amorevole compagnia del Signore e partecipare ai Suoi “Lila” (divertimenti), ho deciso di esplorare il mondo materiale, iniziando cosi’ il mio viaggio…

 Il Signore non interferisce con il mio libero arbitrio, impedendomi di lasciarLo, ma e’ illimitatamente felice quando io ritorno da Lui:

 ” Dopo averMi raggiunto, le grandi anime, yogi colmi di devozione, non tornano mai più in questo mondo temporaneo e pieno di sofferenza perché hanno ottenuto la perfezione più alta.” (BG 8.15)

Continua a leggere

Fonte: "Archeogenesi" di Federico Bellini 

Spirito, moltitudine di Esseri ed Entità

Sappi che ogni condizione dell’essere, dipenda essa dalla virtù, dalla passione o dall’ignoranza, non è che una manifestazione della Mia energia. In un certo senso Io sono tutto, ma rimango indipendente. Non sono soggetto alle influenze della natura materiale, poiché esse sono in Me.” Parole di Krishna tratte dalla Bhagavad Gītā.

Premessa

Noi siamo Energia, Energia Vitale che impiega l’involucro di un corpo fisico per imparare a crescere. Nella filosofia tibetana e nel tantra, si dice che esistano dieci tipi di energia vitale o di venti sottili, che scorrono attraverso i sessantaduemila canali energetici del corpo. In questi canali, simili a vene, fluiscono le energie vitali che sostengono la vita. Tre canali principali corrono verticalmente dalla corona della testa fino ai genitali, intersecandosi con i cinque centri energetici (chakra) della corona, della gola, del cuore, dell’ombelico e dei genitali. Tutti gli altri canali energetici minori, escono da questi centri e permeano il corpo intero. A livello più sottile, la mente sottile e l’energia vitale sono considerate un’unica entità. I dieci tipi di energia vitale comprendono: le cinque energie interne che influenzano la motilità del corpo e le cinque energie esterne, che hanno effetti specifici sulla motilità esterna del corpo. Continua a leggere

L’illuminazione

L’illuminazione è la capacità di vedere la realtà così come è, senza il velo dell’interferenza e dell’nterpretazione imposto dalla mente. È un semplice evento neurobiologico e può accadere in un istante.
Entrando nell’Età dell’Oro cominciamo ad essere più ricettivi alla luce della grazia divina. Uno dei mezzi per ricevere questa grazia è la trasmissione attraverso le mani di una sorta di energia che si chiama Diksha. In tutto il mondo si stanno sviluppando molte tecniche, nel sud dell’India c’è un Avatar conosciuto come Bhagavan che sta insegnando come dare il “diksha”, un trasferimento di potere simile ad una armonizzazione spirituale.
Consiste in una cerimonia nella quale chi è stato preparato per la trasmissione pone le proprie mani sulla testa dell’iniziato che diventa canale per le energie cosmiche, in modo da riorganizzare il circuito neurologico. Una sfera dorata scende attraverso il chakra della corona e i canali della kundalini si attivano. Alcune zone del cervello vengono sedate, mentre altre vengono energizzate. Inizia così un processo nel quale sia il cervello che il sistema nervoso si riorganizzano.
Essere illuminati significa accedere direttamente alle nostre anime, piuttosto che passare attraverso l’interferenza della mente.

Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: