Tag Archive: avvistamento alieno


Fonte: eclissidelmondo.blogspot.com

Questo avvistamento documentato da fotografie arriva direttamente dal giornale inglese Daily Mail, che ha riportato due fotografie di presunte astronavi aliene sorvolare i cieli di  Chatahm. I misteriosi oggetti sono stati fotografati il 6 gennaio e meno di una settimana dopo sonos tate avvistate a Essex, soli 30 chilometri di distanza. La prima immagine è stata catturata da Ernestas Griksas, 21 anni verso le 13:00. Il testimone ha rilasciato un’intervista al Sun affermando: “Ci sono due dischi bianchi che non riesco a spiegare. Sono in una zona in cui non transitano aerei. Uno sembra un po’ più debole come se fosse più lontano o andasse ad una velocità diversa”. Il secondo avvistamento è venuto alle 7 del mattino quando il venditore JoshCummins ha avvistati quattro oggetti luminosi dalla sua vettura mentre si stava recando a lavoro,a Essex.Cumminis racconta:”mi sono quasi schiantato per riprendere gli UFO con il cellulare. Era come se gli ufo navigassero tra le nuvole, dopo 15 secondi circa sono scomparsi. Non credevo agli UFO, ma ora mi sono ricreduto”. Continua a leggere

Fonte: eclissidelmondo.blogspot.com

 

Quello che voglio presentarvi è questo video riportato da un tg locale. E’ stato girato in USA ma non si hanno ulteriori informazioni sul luogo e la data. Solitamente scrivo a chi ha postato il video ma questa volta ho deciso di scrivere direttamente alla redazione del tg (la mail è visibile nel video) sperando di avere qualche delucidazione in più.  Praticamente la Kndu da alcune ricerche che ho fatto è un’affiliata della NBC e trasmette nel sud-est dello stato di Washington. Quindi il video e le riprese dovrebbero appartenere a quella zona. In attesa e speranza di ricevere risposta vi posto il video in questione.

OVNI HA SORVOLATO LA CITTA’ ARGENTINA DI SALTA

Fonte: noiegliextraterrestri.blogspot.com

Un oggetto volante non identificato è stato catturato dalla macchina fotografica di Roldolfo Arias mentre era intento a fare delle fotografie alle nubi colorate nel cielo, verso le 17.10. Rodolfo Arias è un residente della città di Salta. Vive nel passaggio Yapeyú a 2.300 metri di altitudine, vicino al Mercato Artigianale, e questo pomeriggio (Domenica 22 Maggio, ndr) è stato testimone di un avvistamento UFO. “Stavo scattando una serie di foto delle nubi, perché molte stavano cambiando colore. E l’effetto che faceno in cielo mi piaceva molto e all’improvviso ho notato una luminosità particolare sul mio obbiettivo. Ho cominciato ad azionare lo zoom della macchina fotografica e l’oggetto stava lì”. “Era un UFO, non ho dubbi”, ha precisato l’uomo di 38 anni. Arias aveva fatto 16 scatti, ma solo negli ultimi tre si può vedere l’oggetto. “Ho una macchina fotografica Sony ma non è un modello professionale, ma comumque la traiettoria intrapresa dall’UFO mi ha permesso di ottenere una buona immagine” ha detto Rias, che quando scattava le foto era in compagnia di sette membri della sua famiglia. L’oggetto fotografato ha sorvolato la zona in linea retta per un minuto, poi ha modificato la sua direzione verso ovest. “È andato verso San Lorenzo e la sua velocità è aumentata per cui lo abbiamo perso di vista” ha detto. Di questo caso se ne sta occupando la ricercatrice argentina Bibiana Bryson.
Traduzione a cura di Noiegliextraterrestri
Fonte: http://www.eltribuno.info/Salta/27532-Un-OVNI-sobrevolo-la-capital-saltena.note.aspx

L’ Aeroporto di Oslo bloccato da un Ufo, testimone fotografa misterioso oggetto volante

Fonte:  evidenzaliena.wordpress.com

 

Una ricostruzione dell’avvistamento effettuato da un pilota di linea della SAS il 24 marzo 2011 sopra l’aereoporto di Oslo

Riportiamo una notizia appresa qualche giorno fa riguardante il blocco del traffico aereo sopra Oslo,in Norvegia, causato da un presunto oggetto volante non identificato in data 24 marzo 2011. Secondo le notizie trapelate “qualcosa” ha bloccato il traffico aereo all’aeroporto di Oslo nello scorso 24 marzo, causando gravi disagi sul traffico aereo norvegese.La paralisi dei voli, dalle ore 16 alle ore 17:30, è avvenuta a seguito di una segnalazione da parte di un pilota della compagnia SAS (Scandinavian Airlines System) che ha avvistato un oggetto volante non identificato, un UFO, nei cieli che consentono l’accesso all’aeroporto di Oslo Lufthavn Gardermoen. L’aereo della compagnia SAS era in volo sul lato ovest dell’aeroporto, quando il capitano di bordo ha avuto un contatto visivo con un altro velivolo che rifletteva la luce del Sole. La distanza del misterioso velivolo con l’aereo della SAS era di circa un centinaio di metri, ad una quota appena più bassa.

Knut Morten Johansen, responsabile delle informazioni SAS, ha dichiarato che “Il capitano del velivolo SAS ha interpretato il tutto con l’avvistamento di un aliante, che si trovava ad una quota più alta rispetto a quella che è normalmente consentita“. Per motivi di sicurezza, lo spazio aereo intorno a Gardermoen è stato chiuso per circa mezz’ora, causando ulteriori spese per il gruppo SAS e notevoli ritardi per i suoi 10-15.000 passeggeri. Il blocco ha coinvolto tra i 60 e i 90 aeromobili (tra partenze ed arrivi), come confermato dal responsabile dell’ufficio informazioni dell’aeroporto Gardermoen, Jo Kobro. Il quel caos molti aerei sono stati costretti a cambiare rotta verso aeroporti alternativi come Goteborg, Torp e Rygge, ma altri sono stati bloccati.Le indagini sono tuttora in corso. La prima ipotesi vagliata dalla polizia è quella del volo “incauto” (ma non certo) di un aliante. La seconda, invece, tende a spiegare la vera identità dell’UFO che ha bloccato l’aeroporto di Oslo con un deltaplano, ma considerata l’alta quota è quasi impossibile controllarne in volo e tale spiegazione verrebbe scartata. Stesso dicasi per i cosiddetti ultraleggeri.Insomma nessuno sa con certezza cosa fosse quell’UFO. Anche la NFL (Norwegian Air Sport Generation) ha messo in dubbio che il velivolo sconosciuto fosse un aliante. “Sulla base dei nostri registri, a quell’ora e in quella zona, non c’era nessun aliante quel giorno“, ha dichiarato John Eric Laupsa (NFL) che prosegue: “un aliante in quella zona poteva avere conseguenze drammatiche e spiacevoli“. Continua a leggere

Ufo : Russia marzo 2011 missile disattivato e poi lascia un Cuore e una Croce luminosa

Fonte: LanciadiFuoco


Russia , Kazakstan, Marzo 2011, quello che sembra essere un missile balistico viene circondato e intercettato da oggetti non identificati e reso innocuo, nel processo genera una nube che assume la forma di un cuore.

Fonte:www.astronavepegasus.it

Una donna di Rivoli, perito grafologico per il Tribunale di Verona, racconta al nostro giornale la sua incredibile esperienza di contatto, avvenuta due anni fa. Marina Tonini: «Ho sentito un ronzio e poi ho visto una luce bianca. Poi un’astronave mi ha portata su un pianeta verde. Sono sicura, non ho sognato»
Una sensazione di serenità e tanta luce. Questo il racconto di Marina Tonini, perito grafologo del Tribunale di Verona, sull’esperienza di contatto con popolazioni «extraplanetarie», che sarà ospite alla trasmissione «Mistero» su Italia 1, stasera alle 21.10. Ha un che di sorprendente la testimonianza della dottoressa Tonini, perchè eravamo abituati a sentire storie di «abduction» (così si chiama l’incontro con gli extraterrestri, che secondo le testimonianze prelevavano persone per fare esperimenti): erano racconti spesso terrificanti di esseri bassi, di colore grigio, dai grandi occhi dalle orbite vuote o di microchip posizionati sottopelle. Invece il racconto della dottoressa Tonini, che abita in Val d’Adige, a Rivoli, in mezzo a un bosco in località Fiffaro, in una corte del ‘400, che fu un antico monastero dei monaci bianchi cistercensi di San Bernardo di Chiaravalle, è ben diverso. Continua a leggere

Avvistamenti Ufo in Nuova Zelanda

La radio nazionale oggi ha informato che l’Esercito della Nuova Zelanda ha declassificato centinaia di rapporti militari tenuti, fino a questo momento, segreti su dei presunti avvistamenti UFO e persino di incontri con alieni.

Sebbene la notizia abbia riacceso l’interesse e l’attenzione su questi fenomeni, quasi tutti sono spiegabili come semplici effetti derivati dai movimenti della luce. In ogni caso, i rapporti militari e le relazioni sono chiari e contengono più di 2.000 pagine di dati che includono le testimonianze più disparate dai civili, ai militari, ai piloti commerciali che hanno affermato di aver visto in cielo, in luoghi e in date differenti, degli oggetti volanti non identificati.

In questo caso particolare, i rapporti sono correlati anche da informazioni più precise che contengono anche disegni di dischi volanti, descrizioni dettagliate di extraterrestri che portano delle maschere, per certi versi, rassomiglianti a quelle dei faraoni egiziani e testi che, secondo alcuni presupposti, sono stati scritti da dei marziani. Un caso assodato è quello del 1978 che riferisce e relaziona di un avvistamento con strane luci a bordo di un aereo commerciale vicino al Distretto di Kaikoura che è un’autorità territoriale della Nuova Zelanda e che si trova entro i confini della regione di Canterbury, nell’Isola del Sud. Continua a leggere

In questi tempi pieni di crisi e difficoltà di ogni genere, sono molto lieta di dare una bellissima notizia: sta per nascere l’Universo Bambino… stiamo per rinascere.

Non è scienza né fantascienza, non é spirito né mito che, tuttavia, ci aiuta a comprendere l’EVENTO che Lo svela. L’Universo Bambino è ora visto dalle sonde spaziali e, da molti decenni, udito con i segnali radio. Per le scienze è la “plasmasfera” – la stessa Terra – osservata in estremo ultravioletto. A queste frequenze, la superficie solida, dove corriamo, lottiamo e soffriamo, scompare…

Grande quattro-cinque la Terra conosciuta, il Piccolo ha il Suo stesso Cuore ed è così vasto da poter contenere altri mondi – “oscuri” per la nostra vista limitatissima – ma non irreali. Tra i tanti, la Terra Promessa, un mondo… super-naturale.

C’è un “segreto” che pochi divulgano. La materia normale non è la sola possibile. Esiste anche una materia “oscura”, anormale, che può comporre mondi intelligenti, qui presenti, invisibili e… sensibili. La mente ignora che la Sua conclusione è prossima ed è la liberazione da una vita uterina, il collasso di una tirannia di cui ci siamo resi tutti schiavi: il tempo. Legato al denaro, al lavoro dipendente e all’interesse bancario, quindi al debito, la crisi ci fa rimettere i nostri debiti, come dice l’unica preghiera suggerita dai Vangeli, debiti, che derivano però dal nostro stesso credito nella “conoscenza” falsa che sorregge la matrix… Continua a leggere

 

 

 

Sul circuito video di “Youtube” circola un filmato in cui si vedrebbe un presunto UFO pulsante, che sarebbe stato mandato durante la diretta video NASA TV. L’ente spaziale americano stava filmando lo sciame meteorico delle Geminidi, il giorno 13 dicembre 2010. Durante la diretta sulla destra del video (dall’alto verso il basso) passa un oggetto pulsante, che a prima vista non sembra essere un aereo, elicottero, meteora, bolide oppure satellite. La “scoperta” è stata fatta da un utente che guardava la trasmissione ed è riuscito a registrare il tutto e metterlo su internet. Ennesimo filmato fasullo su Youtube o si tratta per davvero di un qualcosa di reale?

Sotto il filmato in questione

 

 

Fonte: http://www.centroufologicoionico.com

 

Wikileaks starebbe per divulgare (il condizionale d’obbligo è scontato) un sensazionale documento sugli UFO e su una “guerra” contro di loro. Naturalmente la notizia è da prendere con le dovute cautele e per il momento è relegata come interessante curiosità.

La notizia è stata ripresa dal sito internet di “Eutimes”, il quale dichiara che in queste ore sarebbe circolato al Kremlino un rapporto per il presidente Medvedev, redatto dalla 45esima Divisione del Controllo Spaziale della Russian Space Forces (VKS).

Il documento affermerebbe che molto presto il sito di Assange, Wikileaks, divulgherà dei dispacci segreti degli USA i quali affermano con dettagli che gli americani avrebbero “ingaggiato” sin dall’anno 2004 del secolo scorso una “guerra” contro gli UFO nella sua totalità e, in modo particolare, in prossimità dell’Oceano Atlantico e precisamente nell’Oceano del Sud. Continua a leggere

CASO ZANFRETTA: GLI UFO RITORNANO A TORRIGLIA

Torriglia/Uscio – Ricordate il caso di Piero Zanfretta? Era il metronotte di Genova che alla fine degli anni 70, e fino al 1981, dichiarò (e ancora lo conferma) di aver vissuto undici undici episodi di incontro ravvicinato del terzo e quarto tipo con esseri alieni. Molti testimoni dell’epoca, tra cui diversi colleghi di Zanfretta, nonché numerosi residenti del Comune di Torriglia, teatro di alcuni degli eventi, dichiararono di aver assistito ad avvistamenti di «oggetti volanti molto grossi e luminosi» correlati a presunti rapimenti ad opera degli alieni.

 

Continua a leggere

Strano essere filmato da un cacciatore di cervi in Louisiana

 

 

Il cacciatore, che ha scelto di rimanere anonimo, era così spaventato da aver rotto la macchina fotografica ma ha poi recuperato l’immagine dal chip della memoria intatta.

La foto è stata scattata in una riserva a Berwick vicino a Morgan City, Louisiana.

 

Cosa sarà? il web è in fermento!

Ecco il video:

 

Fonte:URL breve: http://www.express-news.it/?p=49870

 

 

Gli scettici sugli UFO prendono atto: strani oggetti volanti sono stati presenti sul nostro pianeta per molto più tempo di quanto si creda. Oltre 3000 anni fa, nella valle del Nilo, un uomo segnalò che guardando il cielo vide un “disco luminoso” scendere presso di lui e comunicò all’uomo di costruire una nuova città. Il giorno 11 settembre 1787, a Edimburgo (Scozia), un gruppo di persono denunciò di aver visto un “globo di fuoco più grande del Sole” in movimento verso est in direzione orizzontale e scendere sotto l’orizzonte prima di esplodere all’interno di una nuvola. Otto anni dopo, nel Quangxi provincia della Cina, una “grande stella” si alzò e si abbassò per tre volte, seguita da un’altra stella che “si schiantò in un villaggio”.

Secondo Jacques Vallée (foto appena sopra), astronomo nato in Francia e co-autore (con Chris Aubeck) dell’ipnotico nuovo libro “Wonders in the Sky: Unexplained Aerial Objects from Antiquity to Modern Times” (ndr CUI libro non ancora tradotto in Italiano), queste storie sono importanti non solo perchè dimostrano che le cose che volano hanno catturato la nostra immaginazione per secoli, ma hanno causato nei testimoni una convizione di profonda paura. Nel libro, Vallée e Aubeck, citano una lista di circa 500 avvistamenti, in ordine cronologico, tra il 1460 a.C. e il 1879 d.C. e sostengono che elementi comuni, come riferimenti alla luce, forme rotonde, voli erratici e terrore negli osservatori, ci offroni una vera comprensione del comportamento umano e il nostro impegno di trovare una spiegazione per le cose che non sappiamo spiegare. Continua a leggere

Il ricercatore Norio Hayakawa si riferisce alle proposte fatte da Jacques Vallée nel suo libro “Altre dimensioni: cronache di contatti in un altro mondo” e sulle riflessioni di Tomas Scolarici (alias James Black):

1. “Le cose che noi definiamo oggetti volanti non identificati non sono nè oggetti, nè volanti. Si possono materializzare, come mostrano alcune fotografie affidabili, e violano le leggi del moto come noi le conosciamo”. (fonte libro “Altre Dimensioni”).

2. “Questi oggetti volanti non identificati che rimangono NON IDENTIFICATI e sfidano ogni spiegazione naturale non sono fenomeni nuovi. Queste ‘Entità’ sono con noi dall’inizio della nostra storia e, forse, anche prima. (citazione di Tomas Scolarici).

Gli UFO sono stati osservati attraverso la Storia e ogni giorno hanno ricevuto (o fornito) le proprie spiegazioni all’interno della propria cultura. Nell’antichità, i loro occupanti sono stati visti come degli dei, nelle epoche medioevali come dei maghi, nel 19° secolo come dei geni scientifici, nella nostra epoca come dei viaggiatori extraplanetari. Continua a leggere

l Centro Ufologico di Benevento Mars Group Campano, segnala un interessante avvistamento UFO a Benevento. Sono state scattate ben 15 fotografie di uno stranissimo oggetto volante non identificato. Il cielo era sereno e c’era la luna che è stato il punto di riferimento quando i testimoni si sono mossi per cambiare punto di osservazione. Una coppia di fidanzati, in piena notte e precisamente alle ore 02,15, dopo una giornata lavorativa, stava tornando a casa da San Giorgio del Sannio, in provincia di Benevento diretta proprio in quest’ultima città. Percorrendo la superstrada ivi esistente, all’improvviso avvistavano un oggetto luminosissimo e lampeggiante che cambiava spesso colore diventando prima rosso, poi blu e poi verde. La forma non era ben definita e sembrava cambiare in alcuni momenti, anche se quella maggiormente percepita era di tipo triangolare. I testimoni la hanno paragonato ad una stella un poco più grande del normale. Ovvio, hanno affermato, pensare immediatamente ad un aereo.Però si sono subito dovuti ricredere atteso che lo strano oggetto sembrava immobile, cambiava colore e come detto mutava la sua forma, elementi chiaramente improbabili per velivoli di tipo convenzionale. I due fidanzati si recavano sulla strada statale direzione Benevento, poi in direzione San Giorgio del Sannio-Apice ed infine andavano in località Piano Cappelle periferia di Benevento per guardarlo in modo più chiaro da una zona buia. Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: