Tag Archive: alieni


 

Questo  video di Anne Givaudan fa riferimento al suo libroanne-150x150

Incontro con gli invisibili custodi della natura

Che ne è dei folletti, degli elfi, degli gnomi, di silfidi, ondine e Deva? Sono solo personaggi partoriti dalla fantasia dei poeti, relegati nel dimenticatoio dal materialismo imperante ove ciò che è sottile non ha diritto di cittadinanza? Il nostro mondo ha vissuto una progressiva densificazione, ma oggi risale, anche se a fatica, verso un futuro più luminoso e meno denso: la famosa “eterizzazione” del pianeta è inevitabile. E per gli invisibili custodi della Natura è ora possibile manifestarsi più spesso (scopriremo, in questo libro, che è proprio questo che sta accadendo), e riprendere le comunicazioni con gli umani: ci avviamo verso un mondo in cui i diversi regni sono consapevoli gli uni degli altri, possono comunicare fra loro e cooperano per il bene comune… Come avviare queste prime comunicazioni? Come fare anche noi la nostra parte? è quanto ci spiega Anne Givaudan in questo libro, frutto come sempre dei suoi viaggi fuori dal corpo, dopo aver avuto accesso alle dimensioni dei molti e diversi custodi invisibili (ma sempre meno invisibili!) della Natura.

INCONTRO CON GLI INVISIBILI CUSTODI DELLA NATURA

Fonte: starseednewproject

 

Annunci

Nel 1961, Angelo Roncalli, ovvero Papa Giovanni XXIII, poco prima di morire, avrebbe avuto un incontro ravvicinato con un alieno. Loris Francesco Capovilla, il

viaInterazioni Umani-Alieni: l’incredibile storia di Papa Giovanni XXIII e l’incontro con gli alieni.

Fonte: eclissidelmondo.blogspot.com

Questo avvistamento documentato da fotografie arriva direttamente dal giornale inglese Daily Mail, che ha riportato due fotografie di presunte astronavi aliene sorvolare i cieli di  Chatahm. I misteriosi oggetti sono stati fotografati il 6 gennaio e meno di una settimana dopo sonos tate avvistate a Essex, soli 30 chilometri di distanza. La prima immagine è stata catturata da Ernestas Griksas, 21 anni verso le 13:00. Il testimone ha rilasciato un’intervista al Sun affermando: “Ci sono due dischi bianchi che non riesco a spiegare. Sono in una zona in cui non transitano aerei. Uno sembra un po’ più debole come se fosse più lontano o andasse ad una velocità diversa”. Il secondo avvistamento è venuto alle 7 del mattino quando il venditore JoshCummins ha avvistati quattro oggetti luminosi dalla sua vettura mentre si stava recando a lavoro,a Essex.Cumminis racconta:”mi sono quasi schiantato per riprendere gli UFO con il cellulare. Era come se gli ufo navigassero tra le nuvole, dopo 15 secondi circa sono scomparsi. Non credevo agli UFO, ma ora mi sono ricreduto”. Continua a leggere

Fonte: eclissidelmondo.blogspot.com

 

Quello che voglio presentarvi è questo video riportato da un tg locale. E’ stato girato in USA ma non si hanno ulteriori informazioni sul luogo e la data. Solitamente scrivo a chi ha postato il video ma questa volta ho deciso di scrivere direttamente alla redazione del tg (la mail è visibile nel video) sperando di avere qualche delucidazione in più.  Praticamente la Kndu da alcune ricerche che ho fatto è un’affiliata della NBC e trasmette nel sud-est dello stato di Washington. Quindi il video e le riprese dovrebbero appartenere a quella zona. In attesa e speranza di ricevere risposta vi posto il video in questione.

L’uomo discende dagli alieni, Biglino: “E’ scritto nella Sacra Bibbia” – L’INTERVISTA

Fonte:  www.ilpuntoamezzogiorno.it 

La Terra colonia di “divinità” aliene provenienti da altri mondi; Navicelle spaziali scambiate per angeli, genere umano frutto di incroci tra ominidi e alieni. Questa la tesi dissacrante sposata da Mauro Biglino nel suo libro Il Dio Alieno della Bibbia. Una tesi che nasce da un suo approfondito studio di traduzione testuale dall’ebraico antico della Bibbia.

“Per molti anni – racconta lo scrittore torinese – ho lavorato nel mondo dell’editoria e da 30 anni mi interesso di storia delle religioni; ho studiato l’ebraico per avvicinarmi la testo originale della più importante religione dell’occidente e poi ho iniziato a tradurre per le Ed San Paolo che hanno pubblicato 17 libri dell’Antico Testamento da me tradotti letteralmente per la collana delle Bibbia Ebraica Interlineare. Il rapporto si è interrotto quando ho iniziato a pubblicare i saggi in cui analizzo le traduzioni letterali e presento le ipotesi conseguenti, che sono in contrasto con la tradizione religiosa dogmatica. Ho volutamente usato il termine ipotesi perché non sono un possessore di verità e per questo motivo riporto sempre nei libri i versetti ebraici con la relativa traduzione: ciascuno potrà così verificare o fare verificare ciò che dico e scrivo”.
 

Religione e extraterrestri, che cosa hanno in comune? Quindi qual è la sua tesi in proposito

“Nell’ultimo lavoro IL DIO ALIENO DELLA BIBBIA ho analizzato il culto dei cargo, un magnifico esempio che si è sviluppato sotto gli occhi degli antropologi. La mia ipotesi è che il pensiero religioso sia nato nell’umanità a seguito del contatto avvenuto con civiltà superiori che hanno “formato” l’Homo sapiens da ogni punto vista: da quello strettamente fisico a quello più ampiamente culturale. La perdita del contatto e del rapporto diretto con questi individui ha reso poi necessaria tutta quella elaborazione di ordine teologico spirituale e/o magico religioso che conosciamo. Di questo fatto danno conto tutti i racconti di tutti i popoli di tutti i continenti del pianeta: ho ripetuti il vocabolo “tutti” perché è un elemento fondamentale per cominciare a pensare che si tratta di una cronaca vera e non di miti o favole. La Bibbia non fa eccezione: ci racconta la stessa successione di eventi, facendo però riferimento specifico a “quello” tra i vari individui che ha stabilito il suo patto di alleanza e collaborazione con il popolo ebraico. Insomma sono convito che la storia dell’umanità vada riscritta ed alcuni progetti interdisciplinari che sono in avvio cominceranno a farlo nel prossimo futuro: finalmente”. Continua a leggere

 Il contatto alieno e l’apertura della porta dimensionale

Fonte: altrogiornale.org

Il Giornale OnlineQuesto articolo è stato scritto cinque anni fa da Carlo Barbera, experiencer e grande esoterista, con il quale ho condiviso momenti fondamentali per la crescita della mia coscienza. Fu proprio con Carlo Barbera e Corrado Malanga che, una decade fa, demmo vita al progetto del Gruppo StarGate. Poi le nostre strade ci hanno condotto su percorsi diversi, eppure connessi.
Da anni Carlo vive nell’isola del vento, Pantelleria.

Maurizio Baiata

Il contatto alieno e l’apertura della porta dimensionale
di Carlo Barbera

Anch’io sono un “preso” dagli alieni. È un’esperienza che ha segnato in modo indelebile la mia coscienza e la mia vita. Non ho mai avvertito il senso di una minaccia in questo, l’intrusione violenta di entità ostili nel mio spettro di coscienza, né tanto meno i miei diritti di uomo violati, la mia volontà coercita, la mia anima depredata di una parte di sé. Ho avvertito un seme ancestrale, depositato nel profondo di me, che ha germinato nel tempo, nel silenzio degli anni, nelle mie scelte di vita, nelle mie idee, nel mio desiderio incondizionato di essere libero.

Questo mi è costato, molto, ma ho pagato di persona, assumendomi delle responsabilità che non potevo e non volevo delegare a nessuno, tanto meno a esseri di altri mondi.
 Lo so che come me ci sono uomini, donne e bambini in tutto il pianeta e so che per alcuni di essi è stata ed è un’esperienza dolorosa, traumatica, o del tutto inconsapevole. Ciò nonostante è come se sentissi un legame profondo, viscerale, che mi unisce a tutte queste creature, toccate da qualcosa di misterioso, di atavico, che così spesso non si riesce a comprendere, non avendone i mezzi e il giusto supporto o, spesso, fuorviati come siamo dalla disinformazione o dalle congetture di molti. Così vorrei fornire una chiave, per coloro che hanno vissuto un’esperienza analoga alla mia, che possa aprire per loro una porta verso la comprensione reale di ciò che hanno vissuto e delle possibilità che ne derivano. Continua a leggere

UFO: La rivelazione è imminente?

Fonte:ufoplanet.ufoforum.it

Obama vuole rivelare la verità sugli UFO?

Una recente notizia, datata 5 giugno 2011, riferisce in merito a una dichiarazione rilasciata dal Dottor Michael Salla; si tratterebbe della dimostrazione della rinnovata volontà del presidente USA Obama di rivelare finalmente la verità sugli Ufo.

A contorno della notizia si parla di un coinvolgimento di ex funzionari del Governo Clinton, in particolare l’ex capo di Stato Maggiore John Podesta, oltre che di un notevole appoggio dato dalla US Navy. Continua a leggere

“PROJECT OMEGA” DI KENNETH RING

Fonte:www.ufoforum.it

 

Che gli Incontri Ravvicinati del 3° e del 4° Tipo abbiano analogie con esperienze di tipo sciamanico o più precisamente con Stati Alterati di Coscienza, non è cosa nuova, e molti ufologi lo avevano già constatato in anni passati. Le ragioni di queste analogie al momento non sono date sapere (vale a dire siamo di fronte a fenomeni simili?). Nelle esperienze di pre-morte, il testimone si descrive come uno spettatore distaccato, in alto e al di sopra del proprio corpo fisico. Poi si nota eventualmente la sensazione di progressione all’interno di un tunnel, o nell’ oscurità, o nel vuoto, in direzione di una luce radiosa. Mano a mano che il soggetto avanza verso la luce, egli ha l’impressione di immergersi in un amore assoluto e incondizionato. Questo stando almeno a molte testimonianze di malati usciti da questo stato di pre-morte.
A questo stadio può intervenire la percezione di una Presenza che gli offrirà la possibilità di proseguire o di reitegrare il proprio corpo fisico, oppure gli comandi direttamente di ripartire. Le Presenze altre volte sono i genitori defunti, che comunicano al testimone che la sua ora non è ancora giunta, o che gli manifestano il loro desiderio di averlo tra loro. Può capitare che il soggetto sia gratificato dalle immagini di un “film” accelerato della sua vita. Quando l’esperienza arriva a termine, e il soggetto reintegra il mondo fisico, prova o un sentimento di esaltazione per aver vissuto una tale esperienza o un sentimento di depressione e di rammarico per aver abbandonato quel posto ” lassù”. Continua a leggere

Human mutilation

Fonte: Ufo Signs & ufoplanet.ufoforum.it

I fatti riportati si basano sulle testimonianze di alcuni ufologi brasiliani, nonché sui referti medici rilasciati dagli specialisti che si occuparono delle varie autopsie.

Si è scelto, nel rispetto dell’altrui sensibilità, di omettere alcuni particolari, e di riportarne altre in maniera più “leggera”, evitando di sottolineare alcune situazioni di forte impatto.

Pur trattandosi di un argomento abbastanza inusuale, esso fa comunque parte della letteratura e dei lati ancora bui dell’ufologia, e come tale, per dovere di cronaca divulgativa, andava portato a conoscenza.

Il termine “Cat Mutilation” non è certo nuovo a coloro che seguono gli avvenimenti legati alla moderna ufologia; i casi di mutilazione di bestiame, avvenuta in circostanze misteriose e non ancora del tutto chiarite, sono apparsi molto spesso nelle pagine della stampa specializzata, a volte anche in maniera abbastanza prolissa.

Quello che invece viene mantenuto sotto stretto riserbo, e ne comprenderemo ben presto i motivi, riguarda alcuni episodi di natura altrettanto misteriosa, accaduti a partire dal 1988.

Proprio sul finire degli anni ’80, la Skywatch International, pubblicò un testo basato sul rapporto redatto in occasione della morte di un sergente dell’Air Force, Jonathan P. Louette.

L’uomo nel marzo del 1976, era stato rapito mentre si trovava nei pressi dell’area dedicata ai test missilistici ubicata nelle White Sands; il suo corpo venne in seguito ritrovato (tre giorni dopo), in pieno deserto.

La notizia non avrebbe fatto di certo scalpore, si trattava di un, purtroppo, normalissimo caso di cronaca nera; esistevano però delle stranezze nell’intera vicenda, qualcosa di insolito che richiamò l’attenzione dell’ufologa brasiliana Encarnacion Zapata Garcia. Continua a leggere

Intervista a Billy Meier

Quando gli alieni “scoprirono” la Terra

Fonte:ufoplanet.ufoforum.it

 

Esiste un filo sottile che lega tra loro le grandi civiltà; a partire dai Sumeri, la prima grande cultura che aprì la strada alle successive, per passare poi, non necessariamente in ordine temporale, agli Indiani d’America, ai Maya, agli Inca, agli Aborigeni dell’Australia, ai Cinesi, agli Indù, per finire con gli antichi egizi e i Dogon.

 

Questa sottile traccia, diluita nel tempo, più o meno nascosta nelle pitture, nell’architettura, nei riti sacri, può essere riassunta in una sola frase: ogni antica cultura accettava il fatto che degli esseri celesti, giunti in modi diversi sul nostro pianeta, avessero creato la razza umana.

 

Questa profonda consapevolezza, sia pure spiegata come la perpetuazione di un mito, nasconde in realtà il resoconto di una serie di avvenimenti così importanti per il genere umano da lasciare profondamente il segno; la parabola temporale che ufficialmente ha accompagnato la nascita e la crescita dell’essere umano fino ai nostri giorni, presenta non pochi punti deboli; non ha un inizio sicuro, provato e riscontrabile, ma il suo percorso è immensamente ricco di vuoti da riempire, vuoti che non riescono ancora a trovare delle valide spiegazioni. Continua a leggere

Intervista a Mauro Biglino

Fonte:www.bibbia-alieni.it

Giovanni Pelosini intervista Mauro Biglino che ci parla dei suoi studi, ci spiega le sue scoperte e i suoi rapporti con la Chiesa Cattolica. Da non perdere!

Di seguito vi riportiamo la trascrizione, ringraziamo ancora Giovanni Pelosini e il suo sito giovannipelosini.com!

Dei venuti dallo Spazio: Si parla di UFO nella Bibbia?

Mauro Biglino è uno studioso di storia delle religioni con esperienza trentennale, ricercatore e scrittore di articoli, libri e prodotti multimediali di carattere storico, scientifico e didattico, ma soprattutto ha una grande conoscenza delle lingue semitiche ed è un apprezzato traduttore di ebraico antico. La sua riconosciuta competenza in questo ambito lo ha portato a lavorare per le Edizioni San Paolo, per le quali ha realizzato la lunga opera di traduzione letterale di 23 libri dell’Antico Testamento, 17 dei quali già pubblicati nella collana Bibbia Ebraica Interlineare.

Nella sua letterale traduzione della Bibbia (nella versione ebraica del Codice Masoretico di Leningrado) si notano molte interessanti differenze con le comuni versioni, che derivano spesso da traduzioni dal greco o dal latino realizzate anche molti secoli dopo l’originale stesura. Continua a leggere

Ufo a “Mattino cinque”

Fonte: www.centroufologicoionico.com


Il giorno 18 maggio 2011 è andato in onda, nel corso del programma televisivo “Mattino cinque”, un approfondimento sul tema degli UFO, collegato al fatidico 2012 che non ha nulla a che vedere con lo studio degli Oggetti Volanti Non Identificati. Ma si sa, l’audience è importante per codeste trasmissioni.

Ospiti in studio, del programma condotto da Federica Panicucci, erano Antonio Chiumento (ufologo beneventano e trapiantato ad Udine), Marco Morocutti (CICAP e diploma in informatica), il dottor Roberto Pinotti (segretario del Centro Ufologico Nazionale e direttore della rivista “UFO Magazine”), Robert Doz (ex pilota d’aviazione), Cristiano Ret (pilota), Teorora Stefanova (pseudo contattata che vive con un alieno all’interno del suo corpo) e Giuseppe Zanelli (testimone di un incontro ravvicinato del 3° tipo). Continua a leggere

MAURIZIO CAVALLO (JHLOS) INTERVISTATO DALL’ASSOCIAZIONE SARAS

di Giuliano Falciani presidente Associazione Saras

Intervista pubblicata su “SaraS” n° 39

(Ottobre-Dicembre 2007)

Giuliano Falciani: Siamo venuti a Vercelli ad intervistare Maurizio Cavallo il quale ci ha gentilmente ospitati nella sua casa. Lo ringrazio per averci concesso questa intervista. Per noi è un onore poterti intervistare e conoscere alcuni aspetti e particolari di questa tua incredibile e meravigliosa esperienza.

Maurizio Cavallo: E’ un piacere per me e sono io a ringraziare voi in quanto mi date la possibilità di raccontare quest’esperienza e sono contento di avervi qui oggi.

G.F.: Puoi raccontarci cosa è accaduto sin dall’inizio e com’è avvenuta la preparazione a questo contatto?

M. C.: Tutto iniziò la notte tra il 12 e 13 settembre del 1981, ma la preparazione suppongo iniziò molto tempo prima. Come ebbi modo poi in seguito di sapere, questi viaggiatori temporali provenienti da altre stelle mi seguivano dall’età di sette anni, età in cui ebbi il mio primo contatto in un piccolo paese della Sicilia. Queste sono cose che ho potuto vedere in una specie di monitor monolitico piramidale la notte del rapimento.

G.F.: La tua origine è siciliana?

M.C.: E’ difficile poter dire oggi da dove provengo, sento di venire dagli spazi profondi. Mio padre era calabrese e io nacqui in mezzo al mare, prima che il piroscafo approdasse al porto di Crotone, nel 1952. Abitai poi per molto tempo in Sicilia.

G.F.: Noi sappiamo che la Sicilia è terra di grandi misteri e se non erro è anche la terra di cui parlano le antiche scritture quando si dice che sarebbero nati dei grandi prodigi al di là del fiume Giordano oltre il mare: la famosa Galilea dei gentili.

Qui noi abbiamo incontrato un altro grande personaggio che ha avuto esperienze con esseri cosmici: Eugenio Siragusa. Continua a leggere

Civiltà Galattica

Fonte: www.animacosmica.org

FTF Films: Civiltà Galattica (ITA) – Transcribed | dotSUB

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: