Category: Crop Circles


CROP CIRCLE APPARSO NEL GROSSETANO, SFERA DI LUCE AVVISTATA IN PRECEDENZA

Un cerchio nel grano nei dintorni di Braccagni. E’ quello nella foto che è stato immortalato da Vincenzo De Gregorio (www.aereofoto.it) durante un passaggio sopra la Maremma con un ultraleggero nel pomeriggio di ieri.

Non è stato però un “passaggio casuale”, perché la segnalazione che potesse esserci un “cerchio” o comunque qualcosa di simile gli era arrivata da un amico grossetano che sabato sera, insieme ad altre persone, ospite in una struttura nei pressi di Braccagni, si era accorto che in un campo potesse esserci, appunto, qualcosa di strano. Qualunque spiegazione al fenomeno ognuno sia propenso a dare, su una cosa ci sembra non possano esserci dubbi: il disegno ha un certo fascino. Continua a leggere

Nuovo cerchio nel grano in Inghilterra

Fonte: www.ufoonline.it

Nuovo cerchio nel grano in Inghilterra, ancora Wiltshire zona The Sanctuary. La formazione è composta da 8 cerchi che dovrebbero rappresentare l’allineamento dei pianeti del sistema solare nel momento del passaggio della cometa C/2011 Mc Naught in arrivo in questo periodo nei nostri cieli. Armati di telescopi anche amatoriali dovreste scorgerla poco prima dell’alba, alta solo una manciata di gradi sull’orizzonte. Nella prima metà di maggio si è mossa sotto il grande quadrato di Pegaso, passando  in seguito nei Pesci. Terminerà la sua corsa dalle parti di Giove. Un cerchio dunque che ancora una volta prende spunto dall’attualità astronomica. A seguire qualche suggestivo scatto del crop circle. Continua a leggere

Richard Dolan e la divulgazione UFO

Fonte: ufoplanet.ufoforum.it   Fonte: 


In una intervista esclusiva concessa ad Alfred Lambremont Webre di ExopoliticsTv, lo scrittore e ricercatore Richard Dolan ha annunciato una sua personale stima in merito a una divulgazione totale del fenomeno Ufo e un contatto.

Dolan prevede che tutto questo avverrà tra cinque anni al massimo, e non certo in seguito a un cambio di mentalità da parte dei vari enti governativi, ma semplicemente perché saranno costretti a farlo.

Richard Dolan è l’autore di “UFOs and the National Security State” e “AD After Disclosure: The People’s Guide to Life After Contact”, due testi di notevole impatto nel mondo dell’Esopolitica in America, soprattutto il secondo che analizza in maniera molto profonda il futuro della questione extraterrestre.

Alla domanda su quali siano i motivi per i quali si può ritenere avvenga una apertura alla divulgazione da parte dei governi, Dolan ha risposto affermando che il problema della divulgazione, in realtà, non è niente altro che un paradosso moderno. Non esiste alcuna reale motivazione in base alla quale i governi dovrebbero agire in tal senso, tanto meno alcuna reale e provata volontà. D’altra parte, continua Dolan, neanche gli alieni hanno mai fatto capire di volersi rivelare palesemente agli umani. Continua a leggere

L’UNIFICAZIONE NEI CROP CIRCLES

Fonte:www.animacosmica.org

Nassim ha trascorso gran parte della sua vita occupandosi della geometria fondamentale di iperspazio, studiando una varietà di campi della fisica teorica, cosmologia, la meccanica quantistica, biologia e chimica per l’antropologia e le civiltà antiche, crop circle ed altro. Combinando questa conoscenza con una acuta osservazione del comportamento della natura, ha scoperto una matrice geometrica specifica fondamentale per la creazione la ” Teoria del Campo Unificato”.

Continua a leggere

Anche il National Security Agency (NSA) alla fine ha deciso di rilasciare documenti ufologici.

Fonte: ufoplanet.ufoforum.it

 Anche il National Security Agency (NSA) alla fine ha deciso di rilasciare documenti ufologici, seguendo l’esempio di vari altri organi di sicurezza nazionale (ultimo l’FBI) e nazioni.

Bisogna dire però, che come con i controversi documenti rilasciati dall’FBI, anche la maggior parte di questi, non sono ufficializzati e che più che altro sono dei semplici memo, carteggi interni e segnalazioni.

In poche parole, sono documenti di basso valore ufologico.

Chissà quando (se ci sarà un quando…) ci si deciderà a rilasciare documenti rilevanti per la materia che appassiona tutti noi…

Il link da dove potrete scaricare i documenti rilasciati:

http://www.nsa.gov/public_info/declass/ufo/index.shtml Continua a leggere

Kennedy chiese informazioni Ufo alla CIA 10 giorni prima di morire

Fonte: http://www.ufoonline.it
Una lettera non coperta da segreto e firmata da John F Kennedy ai vertici della CIA dimostra che il presidente Usa ha chiesto di essere informato su documenti riservati in merito agli UFO 10 giorni prima del suo assassinio. Il riferimento agli ufo è contenuto in una delle due lettere scritte da JFK a tematica paranormale il 12 novembre 1963, che sono state rilasciate dalla CIA per la prima volta. Lester William autore dello scoop ha affermato che la CIA gli avrebbe rilasciato i documenti in base al Freedom of Information Act, dopo averne fatto precisa richiesta. La notizia è stato ripresa subito dai grandi network americani a partire dalla ABC. Noi vi mostriamo il contenuto della missiva. Continua a leggere

ET-UFO Disclosure, Ministro Louis Farrakhan parla apertamente degli UFO

Ora Louis Farrakhan, ministro della Nazione dell’Islam in USA, ha aggiunto la sua voce a quelle di supporto della divulgazione sugli UFO/ET.

Fonte:raggioindaco.wordpress.com

 

Convegno sul Console Perego: La storia dell’ufologia italiana nell’intervento di Enrico Baccarini

Fonte:www.enricobaccarini.com

Lo scorso 7 novembre, dopo un anno di duro lavoro, con Ivan Ceci vedevamo il frutto dei nostri sforzi concretizzarsi nello splendido convegno dedicato al Console Alberto Perego tenutosi presso l’Accademia di Romania di Roma. Dopo quasi quarant’anni di silenzio da parte dell’ufologia italiana, un personaggio che ha segnato davvero la storia del nostro pensiero e della nostra ricerca ritornava tra la gente ma soprattutto tra quegli appassionati che grazie ai suoi libri e al suo operato avevano imparato a conoscere il mondo dell’ufologia.


L’enorme successo avuto dalla manifestazione e il continuo apprezzamento per il libro (Alberto Perego. Il console che svelò il mistero dei dischi volantiè in vendita su IBS) presentato in concomitanza dell’evento sono una testimonianza di quanto questo personaggio sia ancora nei cuori di tutti coloro che lo hanno conosciuto o semplicemente ammirato e stimato per le sue opere, la sua onestà mentale e il suo lavoro.

Pioniere dell’ufologia italiana ed anticipatore dell’esopolitica Il Console Alberto Perego costituisce un esempio e un maestro per tutti coloro che intraprendono l’arduo cammino della ricerca ufologica. E’ su tale principio che presento su ENIGMA il primo dei due interventi video con cui Ivan Ceci ed io abbiamo cercato di commemorare questo personaggio, la sua vita e le sue opere. Continua a leggere

Convegno Alberto Perego: l’intervento di Ivan Ceci sul Console

Fonte:www.enricobaccarini.com  Articolo di Di Enrico Baccarini©

Trent’anni fa si spengeva il Console Alberto Perego, padre dell’ufologia italiana ed indiscusso baluardo della ricerca sul fenomeno UFO. Dopo decenni di silenzio la sua figura riemerge dalle nebbie del tempo dimostrando come le Sue pubblicazioni e teorie avessero ampiamente precorso i tempi in cui furono proposte.

La sua figura rimane come un modello ed un baluardo per tutti i ricercatori desiderosi di risposte. Anticipatore dell’esopolitica, teorizzatore fin dagli anni ’50 di contatti nel passato dell’umanità, propugnatore di una visione del fenomeno positiva ma lontano dai fazionismi Perego fu tutto questo e molto di più.
Si ricorda un suo convolgimento nell’interessantissimo caso di “Amicizia” come anche l’inesauribile lavoro compiuto attraverso il suo CIRNOS, organismo che visse assieme al suo fondatore fino al 1981 e che rimase sempre un centro indipendente di ricerca e studio sul fenomeno UFO. Continua a leggere

Per la prima volta nella storia indonesiana, un “crop circle” (cerchio nel raccolto) è apparso in una risaia. Tutto avvenne il giorno 23 gennaio 2011, quando il proprietario del campo Fachrur Rozi nota un qualcosa di strano sul suo campo che si trova nella zona dei villaggi di Rejosari, Jogotirti, Berbah e Sleman.

Il testimone si accorge che gli steli delle risaie sono piegate ma non spezzate. Nel campo non è stato trovato nessuno strumento, come ad esempio un tosaerba, in tutto il campo di coltizazione di riso.

Non riuscendo a comprendere cosa sia successo, decide di salire su una collina prospicente. Una volta sopra, nota un qualcosa che non avrebbe mai immaginato. Impresso sul campo umido un disegno, con una superficie (secondo lui) di 60 metri quadrati. Continua a leggere

di Paola Harris 2007

PH: Cosa hai imparato sulla presenza extraterrestre sulla Terra?

TG: Nell’ultimo capitolo “ Unearthly Disclosure “ parlo delle rivelazioni che mi sono state fatte da personale militare e dei servizi segreti riguardo allo “status quo”. Sono informazioni che risalgono agli anni ’80 fino all’’89, quindi sono un po’ datate ma molto significative. Mi è stato rivelato che gli Alieni hanno stabilito basi qui da molto tempo e che sono qui da tantissimo.

PH: Quindi alla fine di questo libro tu giungi a queste conclusioni.

TG: Sì, ho ricevuto moltissime informazioni riguardo a basi aliene su questo pianeta, collocate soprattutto negli Stati Uniti..

PH: Le nomini?

TG: Si, una si trova in Australia, due nel Pacifico che sono molto grandi, alcune nell’area delle Bermuda e una nei Caraibi.

PH: Esistono anche città, è vero? Intere città?

TG: Non saprei dirlo, io non le ho viste.

PH: Ma cosa dicono le tue informazioni?

TG: Basta che pensi alle informazioni fornite da quel contattato venezuelano, non ricordo come si chiama -Enrique Castillo Rincon- che è stato preso alla fine degli anni ’70 ed è stato portato in due basi aliene, una delle quali nelle Ande. L’altra era nella Fossa delle Marianne, la parte più profonda dell’Oceano Pacifico. Scende fino a 11000 metri di profondità e da qualche parte, lungo i bordi della fossa, esiste una grande base aliena descritta come un insieme di grandi globi sottomarini completamente autosufficienti, con vegetazione ed abitanti di aspetto umano.

PH: Timothy, quando io dico “base” penso ad una base militare, la gente pensa che gli Alieni abbiano basi militari.

TG: Beh, non è detto che una base sia per forza militare, per esempio “base” può significare anche “campo base”.

PH: Sì, ma quando le persone pensano ad una base, pensano ad una base militare.

TG: Beh, non dovrebbero.

PH: Quindi dobbiamo chiarire che quando tu ed io parliamo di “basi” intendiamo semplicemente “posti dove loro vivono”.

TG: Voglio anche aggiungere che molti di questi esseri si trovano su questo pianeta da molto prima di noi. Quindi non ci stanno semplicemente facendo visita, sono esseri che hanno vissuto su questo pianeta ben prima dell’Homo Sapiens e, infatti, sono loro gli artefici della nostra evoluzione. Noi siamo una razza ibrida.

PH: E non sono tutti Grigi.

TG: Assolutamente no.

PH: Questo è proprio ciò che voglio far sapere alla gente.

TG: Esistono specie differenti.

PH: Esistono specie differenti e gran parte di esse sono umanoidi.

TG: Esattamente. Continua a leggere

24/11/2010 che cosa accadrà?

Gli ufologi pensano che il 24 novembre possa essere una data significativa per l’ umanità. Dallo studio dei Crop Circles emerge che gli alieni ci avrebbero comunicato la data del loro arrivo sulla Terra. E’ quello che ha detto Gabriella Simoni nella trasmissione Live che ha mostrato inoltre documenti inediti dell’ aeronautica militare contenenti numerose testimonianze di avvistamenti di oggetti volanti non identificati risalenti addirittura agli anni 60.

I governi studiano e catalogano i fenomeni collegati ad avvistamenti di Ufo e incontri con extraterrestr. Realtà o fantasia. E’ certo che tutto ciò che ruota intorno all’ ufologia e agli alieni riscuote sempre grande interesse da parte della gente. Il mistero che esistano forme di vita provenienti da altri pianeti o altre galassie viene del resto propagandato da millenni e oggi sono disponibili migliaia di filmati in cui è possibile osserbare fenomeni inspiegabili.

Del resto è possibile che ci siano altre forme di vita oltre a quella terrestre, non c’ è motivo di negarlo, anche se la possibilità che queste si incontrino sono infitamente piccole. C’ è però chi afferma il contrario ovvero che gli alieni sono addirittura tra gli esseri umani. Analizzata la vicenda di Rooswell nel New Messico e il mistero che le autorità americane custodissero resti extraterrestri.

Gli americani hanno addirittura progettato un’ arma speciale da utilizzare in caso di attacchi alieni. Ma gli extraterrestri finora non hanno mai minacciato ne hanno rappresentato un pericolo per la razza umana anche se resti archologici dimostrano che tra di noi cisarebbero i grigi, esseri alieni che rapirebbero gli uomini per scopi di ricerca. Il mistero degli Annunaki, gli abitanti del Pianeta Nibiru, che dovrebbero colonizzarci nel 2012. Staremo a vedere se le voci riferite al 24 novembre prossimo saranno confermate.

Preso :http://www.paid2write.org/altro/svelato_il_mistero_degli_extraterrestri_7402.html

Nonostante vi siano prove in tutto il mondo, condizioni morfologiche ed energetiche speciali, fanno dell’Inghilterra un luogo particolarmente adatto alla manifestazione dei cerchi nel grano. Privilegio che ha permesso negli ultimi anni a molti ricercatori di osservare in questo continente le evoluzioni del fenomeno per studiarne il significato profondo. Siamo di fronte ad una forma d’arte evoluta – decisamente non umana – la cui bellezza non ha eguali, ma anche ad un raffinato sistema di comunicazione che, attraverso la sua simbologia, ci trasmette conoscenza. Come ogni estate che si rispetti, ovviamente il periodo più favorevole per la comparsa dei cerchi, anche quest’anno sono state rilevate in diverse parti del pianeta numerose formazioni, delle quali oltre 50 nel solo Regno Unito e ben 22 in Italia.

Ma nel Berkshire, una contea dell’Inghilterra sud-orientale, è apparsa verso la fine di luglio una coppia di pittogrammi che ha attirato più del solito l’attenzione di appassionati e addetti ai lavori. I due cerchi, distanziati di poco l’uno dall’altro, riproducono quasi certamente l’immagine del volto della Sindone. La tecnica con cui sono stati creati gli effetti di chiaro-scuro delle immagini non è nuova agli studiosi di crop circles e ricorda, oltre ad alcuni precedenti, quella di “retinatura” utilizzata nella stampa tradizionale (monocromatica). La cosa interessante è che una delle immagini sembra essere complementare all’altra, un po’ come se si volessero rappresentare due parti dello stesso essere. Una metafora che potrebbe ricondurre al concetto di dualità da cui dipende l’uomo e alla necessità di armonizzare la sua parte materiale con quella spirituale per raggiungere lo stato cristico, l’illuminazione. Infatti se sovrapponiamo il diagramma del cerchio 1 con quello invertito del cerchio 2 otteniamo un’immagine completa. Alcune semplici comparazioni con uno dei due pittogrammi sono bastate a confermare la tesi della somiglianza; il volto sembra proprio essere lo stesso. Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: