Category: Salute e Benessere


Rosso 

E’ associato al sangue, alla vita, ai processi vitali, all’istinto, al desiderio, alla sessualità; per alcune culture alla morte. E’ il colore della passione, dell’amore ma anche della guerra. Nella tradizione alchemica l’Opera al rosso o Rubedo rappresenta lo stadio più evoluto di trasformazione della materia, la sua elevazione alla dimensione di perfezione divina. 

Effetti sull’organismo:Rappresenta una condizione fisiologica di stimolo e di eccitazione, accelera il polso, alza la pressione arteriosa, aumenta la frequenza cardiaca, stimola l’irrorazione sanguine, l’attività nervosa e ghiandolare, i muscoli, il sistema nervoso simpatico, gli organi della riproduzione.

Effetti sulla psiche:Rafforza la volontà e il coraggio, vince l’inerzia.

Quando utilizzarlo:Trova impiego in presenza di raffreddamento delle emozioni, apatia, carenza di energia fisica e mentale, stanchezza, depressione, anemia, raffreddore, convalescenza dopo malattie particolarmente debilitanti. Stimola la cicatrizzazione, è indicato nelle forme dolorose croniche a carico dell’apparato osteoarticolare. E’ particolarmente utile nei processi di rigenerazione, stimolazione e disintossicazione.

Affinità: Con il primo chakra, centro coccigeo.

Nota: E’ controindicato in casi di asma, febbre, infiammazione acuta, eccitazione, ipertensione, agitazione, ansia, insonnia e a chi ha emorragie in corso.

 

Continua a leggere

Annunci

  ” L’ascolto in profondità è il trasformare un ascolto musicale in ascolto di sé “

 

 

Il musicista Capitanata ci spiega come la musica sia un evento corporeo globale

La maggior parte delle persone crede di accogliere la musica soltanto attraverso i canali uditivi. Spesso però non soltanto non l’accoglie, ma la subisce. La musica è prima di tutto un evento corporeo. E’ il senso del tatto a essere totalmente coinvolto dal suono, attraverso quel potente e raffinatissimo organo che è la pelle, l’involucro che ci protegge e che ci mette in comunicazione con il mondo. 

La pelle conserva le memorie implicite dei nostri primi 45 mesi di vita: 9 nel ventre materno e 36 dopo la nascita. L’intensità degli stimoli musicali nella vita prenatale e postnatale comporta una migliore possibilità di sviluppare in età adulta la capacità di vivere in profondità il piacere della musica. Sotto l’effetto del suono, chi ascolta si trasforma in un diapason vivente e senza accorgersene attiva sulla pelle dei ricettori che trasformano la vibrazione in piacere. La vibrazione della pelle coinvolge tutte le cellule e fa dilagare il suono dappertutto. Il corpo coinvolto dall’onda musicale subisce, da un lato, una trasformazione fisicochimica e dall’altro lato assapora l’indicibile sensazione di un flusso di carezze amorose. Questo processo stimola non solo alcune aree del cervello atte a produrre sostanze legate ai circuiti cerebrali degli oppiacei, ma anche il ventre, non a caso definito il nostro secondo cervello. Continua a leggere

L’anima è paragonabile al numero in movimento; un numero in movimento è una nota musicale. L’anima dell’uomo, stato intermedio fra Dio e la materia, è l’arpa che suona l’eterno canto al Signore della Creazione, perché il Creatore muove le sue corde con il suo divino soffio.
L’Archeosofia vuole dare la possibilità di sperimentare in senso positivo il canto e una musica che elevino a Dio non in senso generico come può fare una melodia religiosa, ma nel senso di vera tecnica di risveglio cristico, mistico e iniziatico.
Se la corda sonora o la canna di un organo sono numeri che cantano, l’unisono con i numeri dell’anima è realizzabile attraverso la melurgia archeosofica. Vi sono logaritmi musicali e logaritmi dell’anima. Questa non è una ipotesi, ma una realtà da utilizzare.
Fra il Cosmo e l’anima vi sono degli scambi perché l’anima è lo strumento musicale che ci mantiene in contatto con il Cosmo ordinato. È questo un grande mistero sofianico connesso con l’Anima del Mondo.
L’Anima dell’uomo è un numero in movimento, l’Anima è un Numero che prega; un numero è una nota musicale, è l’arpa eolia che canta sotto il soffio dello Spirito di Dio, quando si accorda con Lui.
Continua a leggere

Biofotoni, portatori d’informazione 

Tutti gli organismi viventi irradiano un debole ma permanente flusso di luce, la cui intensità dipende dai biofotoni presenti in essa.

I biofotoni sono delle particelle di luce, portatrici d’informazioni, con le stesse caratteristiche di quelle della luce laser. Secondo il maggior esperto mondiale il biofisico Prof.Fritz Albert Popp, regolano la crescita e la rigenerazione delle cellule e controllano tutti i processi biochimici.

I biofotoni, sono ancora oggi, però, un grande mistero per la scienza, infatti, vengono interpretati da due teorie piuttosto diverse e complementari: la teoria ondulatoria (con le leggi delle onde) e la teoria corpuscolare (in base alle leggi della fisica delle particelle).

Il primo a teorizzare la presenza di fotoni che venivano prodotti da organismi viventi (biofotoni) fu, nel 1922, il biologo russo Gurwitsch, che concluse che dovevano appartenere alla banda di lunghezza d’onda dei raggi ultravioletti.

In Italia il biologo Protti fece studi importanti e originali soprattutto sul sangue e sui tessuti cancerosi, riscontrando che l’emissione di biofotoni era direttamente proporzionale alla vitalità del soggetto, che in presenza di leucemie il sangue aveva emissioni bassissime di biofotoni e che il potere oncolitico (cioè di combattere le cellule cancerose) del sangue era proporzionale al numero di fotoni emessi. Continua a leggere

Si sente spesso parlare rigaurdo la salvaguardia ambientale , ma una volta che vi è la possibilità di sostituire il petrolio con una materia prima naturale ed ecosostenibile, nessuno dice niente o per lo meno non se ne rende conto!
Immaginate un Paese privo di petrolio e di tutti i suoi derivati. Vivremmo tutti in un ambiente più sano, pulito, privo di inquinamento e libero da tonnellate di rifiuti, molti dei quali tossici. Vivremmo in un Paese non costretto a deforestare per produrre carta.

E se vi dicessi che una soluzione chiara e concreta esiste già? E se vi dicessi che la soluzione si chiama: CANAPA ??!!

Forse non tutti sanno che la Canapa è una grande ed economica risorsa che potrebbe:

  • produrre numerosi tipi di tessuti
  • fabbricare combustibili da biomassa, vernici ecocompatibili e materie plastiche. Sostituendo in questo modo il dannoso petrolio
  • Contribuire a salvare ogni anno milioni di alberi e produrre carta ecocompatibile
  • Sfamare i paesi in via di sviluppo, con l’ausilio dei suoi semi
  • Salvare l’ambiente
  • Produrre materiali per l’edilizia, come tavole
  • Produrre olio naturale biologico
  • Salvare la nostra economia, generando nuovi posti di lavoro e permettendo allo Stato di avere delle nuove entrate e non dipendere più dal riformimento di combustibili dall’estero.
  • Tanto altro ancora Continua a leggere

Irons, non riciclare rifiuti è come buttarli

Presentato a Bruxelles il suo documentario ‘trashed’

Green Paper on Plastic Waste press conference

Non riciclare i rifiuti equivale a gettarli via, invece di produrre ricchezza. L’Unione europea sta cercando di andare nella direzione del riuso e del riciclo delle materie prime e gli altri Paesi non potranno fare a meno di seguire l’esempio. Ne è convinto Jeremy Irons, che oggi a Bruxelles ha presentato il suo documentario ‘Trashed’. “Io sono un narratore di storie e volevo usare la poca celebrità che ho per raccontare una storia vera e importante, perché c’é la possibilità di cambiare il mondo in cui viviamo” ha spiegato Irons. Dopo essersi documentato sul problema della gestione dei rifiuti “sono rimasto scioccato vedendo una situazione che in molti posti è ignorata”. Il problema è globale, se l’Ue punta sul riciclo può fare la differenza? Continua a leggere

autoguarigione

di Ranieri Matonti

Abstract: Il corpo umano possiede delle capacità di autoguarigione che si manifestano anche in condizioni patologiche gravose. Definito scientificamente come guarigione spontanea, detto fenomeno sembra avere quale substrato anatomo – fisiologico l’asse ipotalamo-ipofisario- sistema immunitario. Esso sembra essere il responsabile, in date circostanze, della produzione di ormoni e molecole favorenti l’autoguarigione. La PNEI è la scienza a cui dobbiamo tali evidenze. Le circostanti favorenti la messa in circolo di molecole quali citochine, serotonina, dopamina, sono attivate mediante il sistema limbico e rafforzati da uno status mentale creativo, da un’ alta autostima, dalla preghiera nonché dall’eliminazione di eccessi alimentari, abuso di sostanze nocive per l’organismo, etc,etc.

Il cervello è capace di creare tutte le condizioni necessarie nel rilevare, affrontare e risolvere i disturbi corporei? anche i più gravi? Sembra proprio di sì e sembra che questo fenomeno possa essere attivato mediante meccanismi immunitari ed adeguate secrezioni. L’occidente, con il proprio modus pensanti, attribuisce certe guarigioni straordinarie e inspiegabili per la scienza, a fattori miracolistici. Definito come guarigione spontanea, in realtà è un fenomeno che inizia ad avere delle risposte da parte della PNEI e che sostanzialmente, sembra attivare alcune sostanze chimiche, i neurotrasmettitori. PNEI è l’acronimo di psiconeuroendocrinoimmunologia, disciplina che studia le interrelazioni tra psiche, sistema immunitario, endocrino e nervoso, nonché come questi si influenzino vicendevolmente. Grazie alla PNEI, alla sua scientificità, sono cadute molte teorie tendenti alla frammentazione del essere umano, teorie che hanno trovato spazio, considerazione e protezione da parte della medicina convenzionale.  Continua a leggere

Earthing è una cura miracolosa, antichissima, semplicissima, e naturale.

Il punto di vista di Earthing è che siamo sempre più malati, stanchi e soffriamo di infiiammazioni croniche per un motivo ben preciso: non siamo connessi alla Terra e soffriamo una carenza di elettroni a causa di questo mancato collegamento. Possiamo ottenere una ricarica istantanea semplicemente mettendo i piedi nudi a contatto con la Terra.

Il pianeta Terra è un organismo vivente che ci rifornisce naturalmente di energia quando entriamo in contatto con esso.

Abbiamo perso la consapevolezza delle nostre radici “elettroniche” (nel senso degli elettroni). Le nostre scarpe, con le suole isolanti impediscono al cirucuito elettrico di funzonare correttamente, siamo disconnessi.

Dormire direttamente sul suolo (con cuscini o letti conduttivi) o camminare scalzi ci equilibra energicamente poiché gli elettroni liberi della superficie terrestre ci pervadono e ci sintonizzano agli stessi livelli di potenziale e carica energetica della Terra. Questo riequilibrio può causare una leggera sensazione di bruciore e ci procura numerosi benefici.

Un testo insolito, stimolante, interessante, con brani di narrazione diretta e parti saggistiche. I tre autori raccontano in prima persona e spiegano dai diversi punti di vista legati alla loro professione ed esperienza di vita come questi principi di disconnessione siano comprovati da una serie di dati scientifici ed esperienziali.

Continua a leggere

Attenzione agli additivi contenuti nei vini

I solfiti sono composti praticamente sconosciuti a gran parte delle persone, a meno che non soffrano di allergie o asma. Inconsapevolmente ogni giorno ne assumiamo in quantità elevate, infatti sono largamente usati nel campo alimentare come conservante per evitare effetti indesiderati e aumentare la durata dei prodotti.

Infatti sono largamente usati sia nel campo alimentare che farmaceutico come conservanti (azione antisettica), antiossidanti, coloranti e per ridurre l’imbrunimento di molti cibi.

 Molte volte vengono usati anche nel materiale di imballaggio come cellofan per ridurre al minimo il deterioramento degli alimenti. Continua a leggere

Fonte: www.thelivingspirits.net

 

“Dopo avergli  trovato un tumore al cervello in stadio 4, i medici, dissero che Cash Hyde, 2 anni, sarebbe certamente morto; il tumore era intorno al suo nervo ottico, esattamente un anno fa rispetto ad ora. Infatti quasi morì. Dopo essere stato sottoposto a 7 diverse medicine chemioterapiche, il piccolo di Missoula, nel Montana, ha sofferto di shock settico, di infarto ed emorragia polmonare.

Cash stava cosi male da non mangiare per 40 giorni; i suoi organi minacciavano di dare forfait. Il padre, Mike Hyde, è intervenuto mettendo di nascosto dell’olio di cannabis  nel sondino di alimentazione del piccolo. Cash, che ora ha 3 anni, ha avuto una ripresa miracolosa al Primary Children’s Hospital in Salt Lake City, ma l’azione coraggiosa del padre – di nascosto dai medici-  ha sollevato serie questioni sul ruolo dei genitori nel trattamento medico.

Al piccolo è stata somministrata chemioterapia il più possibile per due mesi. In questo tempo il bambino ha perso appetito, vomitando da 8 a 10 volte al giorno. “Quando cominciammo la chemio  stava molto male”, ha detto il padre. “Per le prime 6 settimane era cieco. Ma il tumore si stava ritirando. E’ una cosa orrenda vedere qualcuno che ami attraversare tutto questo”.   Continua a leggere

Forti terremoti in Giappone. Chiesta la chiusura di un’altra centrale nucleare

Fonte:www.ecplanet.com

Il Primo Ministro Naoto Kan ha chiesto ad una azienda di servizi nel Giappone centrale, di fermare le operazioni di tutti i reattori attivi alla centrale nucleare di Hamaoka (vedi foto), causa rischio di terremoti.

 Kan ha detto in una conferenza stampa organizzata precipitosamente venerdì sera (6 maggio 2011) che ha preso questa decisione sulla scia dell’incidente all’impianto nucleare di Fukushima Daiichi.

 Il Primo Ministro ha detto di aver chiesto alla Chubu Electric Power Company che opera sull’impianto di Hamaokadi fermare i reattori nr.4 e Nr.5 e di non far ripartire il reattore Nr. 3, ora offline per regolari ispezioni.

 La centrale nucleare nella Prefettura di Shizuoka ha 5 reattori, ma le unità No.1 e 2 sono permanentemente chiuse perché non commissionate.

 Il complesso di Hamaoka è noto per essere direttamente sull’epicentro previsto del terremoto di Tokai, un terremoto da cui gli esperti da lungo tempo mettono in guardia.

 Kan ha detto che un pannello scientifico ministeriale (il burocratese diabolico è onnipresente ovunque! ndt) sulla ricerca sismica ha proiettato un 87per cento di possibilità che un terremoto di magnitudo 8 colpisca la regione entro 30 giorni. Continua a leggere

Il teorema vegetariano

Ovvero: quello che mangi ti salva o ti uccide

Fonte:  www.disinformazione.it
Franco Libero Manco – Associazione Vegetariana Animalista http://www.vegetariani-roma.it/il-teorema-vegetariano.html

 Risposte in sintesi per falsi problemi

INTRODUZIONE

 Questo manualetto vuole essere uno strumento di facile lettura per coloro che vogliono conoscere i principi basilari della cultura vegetariana, rimandando il lettore a più approfondite analisi in ordine alle tematiche affrontate di natura salutistica, antropologica, etica, ambientale, spirituale ecc. Un breve e sintetico compendio di risposte alle più consuete domande che generalmente vengono rivolge agli addetti ai lavori per superare visioni anacronistiche, ancorate a pregiudizi e tradizioni inesatte e spesso dannose per il raggiungimento del benessere integrale dell’individuo, mediante la volontà di suscitare negli interessati un sano senso critico dei fatti e capire che senza eliminare le cause e senza il cambiamento di errati stili di vita non è possibile guarire da nessuna malattia. A tale motivo l’AVA nel proseguire l’opera di diffusione del Vegetarismo ed in particolare del Veganismo, sostenuta dal prof. Armando D’Elia sul solco già tracciato da Aldo Capitini, da Ferdinando Delor e dai grandi uomini di spiritualità e di scienza di ogni tempo e paese, vuole dare alle persone interessate gli strumenti per conservare o recuperare la salute fisica, l’equilibrio mentale e la sfera morale, attraverso stili di vita ed abitudini alimentari conformi alla nostra natura di esseri pacifici e fruttariani e favorire lo sviluppo di una coscienza umana più giusta e solidale, una mentalità di pace e di disponibilità verso il prossimo. La dieta alimentare infatti è in grado di condizionare l’individuo sul piano fisico, mentale e spirituale e incidere in modo determinante sulla felicità personale e sul destino collettivo dei popoli. Da una nuova cultura umana, fondata sulla consapevolezza delle possibilità personali di essere artefici della propria condizione fisica, psichica e spirituale e da una nuova sensibilità umana aperta alla condivisione e al rispetto di ogni essere vivente è possibile porre le basi per un mondo libero dalle malattie, dalla violenza e dal dolore. Continua a leggere

Canada, primavera di sangue. Video shock dall’Ifaw sulla caccia alle Foche

Fonte:www.ilcambiamento.it  

In occasione dell’apertura della caccia alla foche che è avvenuta la settimana scorsa in Canada, l’International Fund for Animal Welfare (IFAW) ha immesso nel web un nuovo video per denunciare il governo canadese. Il filmato testimonia le diverse violazioni compiute dai cacciatori sulle coste di Newfoundland e del Labrador; ancora una volta l’organizzazione smentisce l’assenza di crudeltà, attesta la violazione del regolamento e il mancato controllo da parte delle autorità competenti.

L’IFAW è stata fondata nel 1969 per contrastare il commercio dei cuccioli di foca in Canada e sono i primi video girati nel 1981 dal fondatore Brian Davis a far conoscere a livello mondiale la mattanza dei cuccioli di foca dal manto bianco. Dalle immagini emerse una verità allora sconosciuta che sconvolse l’opinione pubblica.

 Le associazioni animaliste e gli attivisti iniziarono una dura battaglia per contrastare e boicottare i prodotti canadesi. Nel 1987 il governo canadese vietò la caccia ai cuccioli dal manto ancora bianco; stabilì invece che si possono cacciare i cuccioli non appena la loro muta cambia (circa dodici giorni dopo la nascita) in quanto da quel momento sono totalmente ‘indipendenti’ (in verità ancora non sanno nuotare per cui sono prede facilmente avvicinabili). Continua a leggere

BIOSICUREZZA OGM, tracce di erbicidi e pesticidi in donne e feti

Fonte:www.fondazionedirittigenetici.org

Studio canadese documenta per la prima volta la presenza nel corpo umano di erbicidi e insetticidi, causata dal consumo di Ogm

di Nicoletta De Cillis

Tracce della tossina insetticida prodotta dai geni del batterio del suolo Bacillus thuringiensis (Bt) e dei fitofarmaci glifosato e glufosinato associati alle piante geneticamente modificate sono state identificate nel sangue di un gruppo di donne oggetto di uno studio dell’Università di Sherbrooke, in Canada. Nel sub campione di donne in stato di gravidanza i composti sono stati ritrovati, oltre che nelle madri, anche nei feti.

Lo studio è stato condotto su 69 donne, di cui 30 incinte, di cui si sono misurati i livelli ematici degli erbicidi a base di glifosato e glufosinato, e della proteina insetticida Cry1Ab. L’obiettivo dei ricercatori era quello di verificare se la dieta quotidiana potesse rappresentare un fattore di esposizione a questi composti chimici e di acquisire i dati utili ad una successiva e più approfondita analisi sui possibili risvolti sanitari, in particolare per la riproduzione femminile e il corretto sviluppo del feto. Continua a leggere

Studio americano: la metà della carne alimentare è infetta

Fonte: www.climatrix.org

Notizie nefaste per i carnivori. Uno studio americano condotto dalla Infectious Diseases Society of America – e pubblicato sulla rivista Clinical Infectious Diseases – informa che circa la metà di tutta la carne e del pollame dei negozi americani è infetto.
In particolare, la carne esaminata (per la precisione il 47%) contiene in tassi elevati lo Staphylococcus aureus, un batterio legato a molte comuni malattie umane. In oltre la metà dei casi, questi batteri si sono rivelati resistenti ad almeno tre classi di antibiotici: in poche parole, sono delle vere e proprie bombe biologiche. Continua a leggere
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: