I Campi colorati della Nostra Energia

Fonte: fonte

L’Aura, emissione elettromagnetica di ogni forma di vita, può essere registrata e analizzata. L’unicità e la variazione dello spettro cromatico consentono di aiutare la diagnosi. Ogni organo fisso e ogni funzione di corpo e mente, hanno un preciso effetto sul sistema energetico umano.

Nella storia della scienza, l’invenzione e lo sviluppo di strumenti e apparecchiature hanno portato a una nuova valutazione e comprensione della realtà. Ai microscopi, telescopi, dispositivi a raggi X, oppure ad ultrasuoni, senza i quali il progresso scientifico sarebbe inadeguato, si aggiunge oggi un nuovo strumento: la tecnologia della Visualizzazione a Scarica di Gas Computerizzata (GDV), basata sul ben noto effetto Kirlian.

Il sistema sfrutta mezzi sofisticati come ottiche speciali, matrici TV digitali, elaborazione d’immagine con computer avanzati, il tutto per creare una base di moderna tecnologia nella pratica scientifica. È questo, il primo strumento che permette di visualizzare la distribuzione del campo umano e di renderlo facilmente riproducibile, stampabile e, non da ultimo, ottenibile a basso costo. Inserendosi nell’attuale fase del processo scientifico, tale tecnologia reca un contributo alle scienze biofisiche, dalla comprensione dei soggetti biologici come strutture solide stabili, alla percezione dell’essenza del loro campo spaziale dinamico.

Ogni organo fisso e ogni funzione di corpo e mente, hanno un preciso effetto sul sistema energetico umano. Leggendo l’aura attorno alle dita e al resto del corpo, se ne possono determinare le disfunzioni molto prima che siano riscontrabili sintomi evidenti, oltre alle caratteristiche del soggetto esaminato. Diventa quindi possibile l’indagine sulla salute e sullo stato psico-emozionale di una persona, sia in un preciso momento che attraverso la sua evoluzione nel tempo; l’effetto di droghe, farmaci, esercizio fisico.
Non ci sono due colori uguali, così come non ci sono due persone uguali che emettono un’identica vibrazione cromatica, giacchè il colore varia a seconda di ciò che il soggetto pensa, mangia e come si comporta. Se l’individuo sta bene, o al contrario male, emette un’energia elettromagnetica (energia emozionale) che ne varia l’aura, composta da vibrazioni colorate oggi fotografabili. Attraverso l’interpretazione corretta dell’aura si possono ottenere chiarificazioni inerenti al soggetto in esame. Così, avveniva nel passato, quando venivano operate reali guarigioni con il solo aiuto delle mani, della mente e di tutto quello che l’universo offre per ottimizzare il livello mentale, psichico e spirituale.
La visione dei colori che noi emettiamo è indicativa al fine di farci riflettere su una semplicissima e tuttavia profonda verità: la vita è un’esperienza meravigliosa che merita di essere vissuta intensamente, manifestando così la nostra volontà. Di più, una volontà di ordine Divino, tale da esprimere appieno ciò che ora, qui tra noi e sempre sarà “Amore”.

LA TECNOLOGIA DELLA VISUALIZZAZIONE A SCARICA DI GAS COMPUTERIZZATA
Un rapido esame diagnostico dello stato psico-emotivo e di salute del paziente è essenziale in medicina, oltre alla capacità di identificare i sintomi e i segnali della malattia. È utile disporre di tecnologie capaci di ricavare informazioni appropriate, preferibilmente attraverso strumenti automatici orientati all’utente. Lo scienziato russo Dott. Konstantin Korotkov ha sviluppato un’apparecchiatura che sfrutta la tecnologia della Visualizzazione a Scarica di Gas (GDV).
Per mezzo di uno speciale sistema di elettrodi si crea un campo elettrico ad alta intensità intorno a un oggetto/soggetto, producendo una scarica di gas la cui luminiscenza può essere rilevata e misurata. È un’emissione che appare indipendentemente dal tipo di oggetto e conseguentemente all’esperienza sperimentale si afferma che può virtualmente “splendere” ogni oggetto, compresi metalli, sassi e piante. Ciascun organismo biologico modifica questo bagliore secondo le sue caratteristiche intrinseche, portando a cambiamenti nella luminosità, nella dimensione e nel colore. La scarica rivela informazioni non registrabili con altre metodologie, informazioni di cui si può rilevare ogni più piccolo cambiamento. Fattori che contribuiscono a formare il bagliore emesso dall’oggetto sono le proprietà elettriche, come le caratteristiche di emissione dell’oggetto, l’evaporazione del gas, l’interscambio di energia con l’ambiente. Ogni tentativo di collegare il fenomeno ad altri fattori, come la traspirazione o la conducibilità, a seguito di analisi approfondite, si è rivelato inesatto. Il metodo palesa, dunque, le complesse reazioni di un organismo a diverse influenze, quali, ad esempio, l’assunzione di farmaci, il cibo ingerito e l’ambiente.

IL DINAMISMO CROMATICO
La scala cromatica è divisa in sette colori principali, di cui due, il bianco e il nero, di base. Mediante opportune sfumature e miscelature, questa scala produce nuove colorazioni, consentendo così l’aumento delle varietà cromatiche e delle vibrazioni loro inerenti.
Immaginiamo ora un prisma piramidale. Partendo dal basso verso l’apice, come primo colore troviamo il rosso.

Rosso
(0,750 micron: accettazione)
È il colore della vita e della forza fisica. Se avvolge tutto il corpo è segno di una forte personalità, con frequenti cambiamenti di umore e sentimenti molto intensi. Se tende al vermiglio, indica ansia e nervosismo. In presenza di strisce verdi, l’individuo è in continua ricerca di contatti umani. Il rosso tendente all’arancio denota invece una forte passione sessuale.

Arancio
(0,656 micron: equilibrio, armonia, guarigione e ambizione)
L’individuo è portato a svolgere una grande attività. Se si notano delle macchie arancioni nell’aura di un soggetto che è nato ammalato, ciò significa una fase di progressivo miglioramento, lasciando il posto al verde che è il colore della crescita.

Giallo
(0,589 micron: volontà)
È il colore tipico dell’energia, della forte vitalità, dell’intelletto molto sviluppato. L’individuo la cui aura gialla è infusa dal colore zafferano, irradia le proprie conoscenze individuali in forma di saggezza. Può inoltre possedere spiccate facoltà raziocinanti.

Verde
(0,527 micron: armonia)
Viene emesso da quei soggetti che presentano forte energia vitale risanante, gioia di vivere, seppure a volte connotata di punte di egoismo. Se il verde è particolarmente vivo, l’individuo lavora molto su se stesso agendo nei confronti del prossimo con generosità illimitata. Se si inserisce l’azzurro, ciò denota la volontà dell’autenticità e della bellezza. Il verde smeraldo denota poi grandi possibilità terapeutiche.

Blu
(0,450 micron: parola)
È il colore della pace, della sensibilità rivolta alle questioni di natura metafisica. Più è elettrico, maggiormente queste facoltà si manifestano nella vita quotidiana con sicurezza. La presenza di un blu cielo vivace, indica grande onestà.
L’azzurro pallido è indice di timidezza, il blu scuro denota la persona volitiva che vuole progredire. Con sfumature di rosa vivo, è chiara l’inclinazione alla meditazione e alla preghiera. Le sfumature di rosso cardinale evidenziano invece una persona molto ostinata.

Indaco
(0,431 micron: visione)
Tale colore porta l’individuo a possedere una forte intuizione, spiritualità e amore che va al di là di quello umano, poiché comprende la vita e il processo di trasformazione.

Viola
(0,397 micron: visione-spiritualità)
Chi irradia intorno a sé questo colore ha raggiunto un buon sviluppo spirituale, oppure è in un processo di trasformazione e lavora molto sulla psiche. Occupando la maggior parte dell’aura, indica sviluppo spirituale o è indice evidentissimo di misticismo, la cui forza va oltre le contingenze quotidiane. Con sprazzi di giallo si ha una forma intellettuale dello spirito, con interesse all’occultismo. Il viola pallido aggiunto al blu indica un vero ricercatore spirituale, disponibile alle più alte speculazioni.

Bianco
Il bianco opaco è il colore che tutti emettono di base. Il bianco luminoso indica invece una persona molto evoluta nel controllo della propria energia e in grado di offrire una notevole serenità. Se il bianco è luminoso con effetti dorati, siamo in presenza di un individuo al servizio dell’umanità, infuso di amore Divino.

Nero
Il colore che indica malattie, disperazione unita all’autodistruzione fisica e psichica. Ciò si collega a un profondo oblìo che, sul piano dell’anima, si rivela come un’ambizione frustrata.

GDV: APPARECCHIATURE E APPLICAZIONI
Le apparecchiature

La tecnologia GDV è capace di quantificare l’energia presente in oggetti differenti, sia vivi che inanimati e la loro influenza sulle persone che interagiscono con loro

Già dal 1998 la telecamera e il software GDV sono noti in tutto il mondo. Molte istituzioni scientifiche ed esperti in medicina convenzionale e alternativa di Australia, Gran Bretagna, Finlandia, India, Germania, Messico, Perù, USA e Russia beneficiano dei vantaggi di questa tecnologia. L’apparecchiatura GDV include:

– Strumentazione GDV
– Oggetto per test
– Software per personal computer: GDV Print, per l’elaborazione e stampa delle immagini; GDV Analysis, per l’elaborazione e calcolo dei parametri; GDV Aura, per la composizione e stampa dell’aura colorata attorno al corpo; Manuale d’uso; External Video Grabber e relativo software di acquisizione immagini, fornito dal produttore. I requisiti minimi di sistema per PC sono: Pentium 75 Mhz, 8 MB RAM, 100 MB liberi su HD, Win95 o Win 3.1.

Le applicazioni

Proprietà energetiche di piante, cristalli, minerali
La moderna tecnologia GDV è capace di quantificare l’energia presente in oggetti differenti, sia vivi che inanimati e la loro influenza sulle persone che interagiscono con loro.

Indagini sulla parapsicologia e sulla taumaturgia
L’abilità di leggere l’aura permette indagini al di là del corpo fisico. Grazie alla tecnologia GDV si è potuto procedere ad esperimenti innovativi nei campi della telepatia, della telecinesi e delle modalità di guarigione energetica. Si sono sviluppate tecniche particolari per controllare i cambiamenti delle persone durante la meditazione, la taumaturgia e l’allenamento fisico.

Prove dell’attività di corpo e mente dopo la morte
Nel ‘93 il Dott. Konstantin Korotkov e i suoi collaboratori hanno raccolto importanti prove sperimentali dell’esistenza di energia vitale umana fino a sei giorni dopo la morte fisica. Sono emerse diverse casistiche a seconda del tipo di morte: naturale, violenta o per suicidio.

Articolo di Giuseppe Zanella


Advertisements