Archive for maggio, 2011


Intervista a Billy Meier

Gliese 581d è abitabile

Fonte:altrogiornale.org

da giusparsifal

 

Il sistema planetario attorno alla nana rossa Gliese 581, una delle stelle più vicine al Sole, è stato oggetto di numerosi studi volti a rilevare l’abitabilità dei suoi pianeti. Gliese 581d, può essere considerato il primo pianeta extrasolare cui è stata confermata la possibilità che potrebbe sostenere la vita come sulla Terra. Questa è la conclusione di un team di scienziati dell’Institut Pierre Simon Laplace (CNRS, UPMC, ENS di Parigi, Ecole Polytechnique) a Parigi, in Francia, in uno studio pubblicato su The Astrophysical Journal Letters. Esistono altri pianeti abitati come la Terra, o almeno abitabili? Molti scienziati si sono impegnati per scoprire il primo pianeta nella “zona abitabile”, intorno ad una stella, dove non è né troppo freddo né troppo caldo per l’esistenza della vita. In questa ricerca, la stella nana rossa Gliese 581 ha già ricevuto grande attenzione.

Nel 2007, gli scienziati hanno segnalato la presenza di due pianeti non lontano dal bordo interno ed esterno della zona sua abitabile. Mentre il pianeta più lontano, Gliese 581d, è stato inizialmente giudicato troppo freddo per la vita, il più vicino pianeta poteva potenzialmente essere abitabile. Tuttavia, dopo l’esame degli esperti, è stato dimostrato che, se avesse avuto oceani liquidi come la Terra, sarebbero rapidamente evaporati con l’effetto serra simile a quello che ha dato a Venere il clima caldo e inospitale che conosciamo. Una nuova possibilità è emersa nel tardo 2010, quando un gruppo di osservatori guidati da Steven Vogt presso la University of California, Santa Cruz, ha annunciato di aver scoperto un nuovo pianeta, chiamato Gliese 581g, o ‘Zarmina’s World’. Questo pianeta, avrebbe una massa simile a quella della Terra e sarebbe posto al centro della zona abitabile. Per diversi mesi, la scoperta del primo gemello della Terra oltre il Sistema Solare sembrava essere ceetezza. Purtroppo, dopo l’analisi da parte di un team indipendente di scienziati svizzeri, sono stati sollevati seri dubbi. Continua a leggere

Nuovo cerchio nel grano in Inghilterra

Fonte: www.ufoonline.it

Nuovo cerchio nel grano in Inghilterra, ancora Wiltshire zona The Sanctuary. La formazione è composta da 8 cerchi che dovrebbero rappresentare l’allineamento dei pianeti del sistema solare nel momento del passaggio della cometa C/2011 Mc Naught in arrivo in questo periodo nei nostri cieli. Armati di telescopi anche amatoriali dovreste scorgerla poco prima dell’alba, alta solo una manciata di gradi sull’orizzonte. Nella prima metà di maggio si è mossa sotto il grande quadrato di Pegaso, passando  in seguito nei Pesci. Terminerà la sua corsa dalle parti di Giove. Un cerchio dunque che ancora una volta prende spunto dall’attualità astronomica. A seguire qualche suggestivo scatto del crop circle. Continua a leggere

Quando gli alieni “scoprirono” la Terra

Fonte:ufoplanet.ufoforum.it

 

Esiste un filo sottile che lega tra loro le grandi civiltà; a partire dai Sumeri, la prima grande cultura che aprì la strada alle successive, per passare poi, non necessariamente in ordine temporale, agli Indiani d’America, ai Maya, agli Inca, agli Aborigeni dell’Australia, ai Cinesi, agli Indù, per finire con gli antichi egizi e i Dogon.

 

Questa sottile traccia, diluita nel tempo, più o meno nascosta nelle pitture, nell’architettura, nei riti sacri, può essere riassunta in una sola frase: ogni antica cultura accettava il fatto che degli esseri celesti, giunti in modi diversi sul nostro pianeta, avessero creato la razza umana.

 

Questa profonda consapevolezza, sia pure spiegata come la perpetuazione di un mito, nasconde in realtà il resoconto di una serie di avvenimenti così importanti per il genere umano da lasciare profondamente il segno; la parabola temporale che ufficialmente ha accompagnato la nascita e la crescita dell’essere umano fino ai nostri giorni, presenta non pochi punti deboli; non ha un inizio sicuro, provato e riscontrabile, ma il suo percorso è immensamente ricco di vuoti da riempire, vuoti che non riescono ancora a trovare delle valide spiegazioni. Continua a leggere

Domande Introspettive di Shri Mataji Nirmala Devi

  • Sono innocente o aggressiva nel mio comportamento?
  • Devo reagire per tutto il tempo?
  • Sono davvero in grado di sentire le vibrazioni?
  • Devo usare la saggezza nella mia ricerca?
  • La mia attenzione coinvolto con la mia ascesa spirituale o si sforza mondo?
  • Sono ancora indulgendo in passato le mie abitudini che sono contro la mia ascensioni spirituali?
  • Quanta fatica faccio per la mia ascesa spirituale?
  • Sono onesto nella mia ricerca?
  • Ho davvero credere in ‘Paramchaitanya’?
  • Sono umile?
  • Mi comporto in maniera dignitosa?
  • È il mio cuore pulito o ricoperti di gelosia o ego?
  • Quanto ‘Bhakti’ o ‘Shraddha’ ho a disposizione per Shri Mataji?
  • Posso amare senza nulla chiedere in cambio?
  • È la mia ricerca e il comportamento superficiale?
  • Sono veramente dolci o sarcastico quando si comunica?
  • Sono strumentali alla crescita spirituale della collettività?
  • Se faccio qualcosa di sbagliato, non mi sento in colpa oppure devo affrontare e risolvere da solo?
  • Non mi siedo per la meditazione con il cuore pieno e l’attenzione?
  • Mi tocco ‘Thoughtless Awareness’ in meditazione?
  • Mi sento pace e silenzio durante la meditazione?

Ponetevi queste domande, allora mediterete dentro e  vi conoscerete  meglio.Dovete chiedere a queste domande nel vostro cuore, non attraverso l’ego.


OVNI HA SORVOLATO LA CITTA’ ARGENTINA DI SALTA

Fonte: noiegliextraterrestri.blogspot.com

Un oggetto volante non identificato è stato catturato dalla macchina fotografica di Roldolfo Arias mentre era intento a fare delle fotografie alle nubi colorate nel cielo, verso le 17.10. Rodolfo Arias è un residente della città di Salta. Vive nel passaggio Yapeyú a 2.300 metri di altitudine, vicino al Mercato Artigianale, e questo pomeriggio (Domenica 22 Maggio, ndr) è stato testimone di un avvistamento UFO. “Stavo scattando una serie di foto delle nubi, perché molte stavano cambiando colore. E l’effetto che faceno in cielo mi piaceva molto e all’improvviso ho notato una luminosità particolare sul mio obbiettivo. Ho cominciato ad azionare lo zoom della macchina fotografica e l’oggetto stava lì”. “Era un UFO, non ho dubbi”, ha precisato l’uomo di 38 anni. Arias aveva fatto 16 scatti, ma solo negli ultimi tre si può vedere l’oggetto. “Ho una macchina fotografica Sony ma non è un modello professionale, ma comumque la traiettoria intrapresa dall’UFO mi ha permesso di ottenere una buona immagine” ha detto Rias, che quando scattava le foto era in compagnia di sette membri della sua famiglia. L’oggetto fotografato ha sorvolato la zona in linea retta per un minuto, poi ha modificato la sua direzione verso ovest. “È andato verso San Lorenzo e la sua velocità è aumentata per cui lo abbiamo perso di vista” ha detto. Di questo caso se ne sta occupando la ricercatrice argentina Bibiana Bryson.
Traduzione a cura di Noiegliextraterrestri
Fonte: http://www.eltribuno.info/Salta/27532-Un-OVNI-sobrevolo-la-capital-saltena.note.aspx

DAL MESSICO: NUOVO AVVISTAMENTO OVNI A TEPOZTLAN

Mario Enrique Gonzàlez si trovava a Tepotzlànd lo scorso 8 Maggio, una città dello stato messicano di Morelos divenuta nota in tutto il mondo a partire dagli anni ’80 per la storia di contatto del pittore Carlos Diaz con esseri extraterrestri di altri mondi e con le loro astronavi di luce le cui suggestive fotografie che ha scattato sono note in tutto il mondo. 
La sera di quel giorno Mario Gonzàlez si era fermato presso una locanda della città per passare la notte. Ad un certo punto viene informato dal proprietario della locanda che in cima al Cerro del Tepozteco, a nord di Tepotzlànd, (una zona a 2000 metri dal livello del mare e ricoperta dalla vegetazione sulla cui sommità di uno dei picchi rocciosi si trova il sito archeologico precolombiano del tempio piramidale azteco di Tepoztecatl) stava accadendo qualcosa di strano: c’erano delle luci su quelle alture. Continua a leggere

LA MEDITAZIONE – JIDDU KRISHNAMURTI

Fonte:www.animacosmica.org

Una mente meditativa

Una mente meditativa è silenziosa. Non quel silenzio che può essere concepito dal pensiero; non il silenzio di una placida sera; ma quel silenzio che sorge quando il pensie ro, con tutte le sue immagini, tutte le sue parole e tutte le sue percezioni, è interamente cessato. Questa mente meditativa è la mente religiosa: la religione in cui non vi sono chie se, templi, canti.

La mente religiosa è l’esplosione dell’a more: l’amore che non conosce separazione. Per questo amore il lontano è vicino. Non è l’uno né i molti, bensì quello stato di amore in cui cessano tutte le divisioni. Come la bel lezza, non è a misura delle parole. Solo a partire da questo silenzio agisce la mente medi tativa.

La meditazione è una delle più grandi ar ti della vita,forse la più grande, e non la si può assolutamente imparare da nessuno, questa è la sua bellezza. Non c’è tecnica e quindi non c’è autorità. Quando imparate qualcosa su di voi, osservatevi, osservate il modo in cui camminate, il modo in cui man giate, ciò che dite, le chiacchiere, l’odio, la gelosia: se siete consapevoli di tutte queste cose dentro di voi, senza alternativa, ciò fa parte della meditazione.

Può esserci meditazione, dunque, quando sedete in un autobus o passeggiate in un bo sco pieno di luce e di ombre, o ascoltate il canto degli uccelli o guardate il viso di vostra moglie o del vostro bambino. Continua a leggere

LA CONOSCENZA DI SÉ

Fonte:www.animacosmica.org

I problemi del mondo sono così colossali, così estremamente complessi, che per comprenderli e risolverli bisogna affrontarli in maniera molto semplice e diretta; ma, la semplicità, la risolutezza, non dipendono da circostanze esterne, né da particolari pregiudizi e umori. La soluzione non si può trovare attraverso conferenze e progetti, né può consistere nella sostituzione dei vecchi capi con nuovi capi, o altre misure simili. La soluzione è da cercare invece alla fonte del problema, ossia nel responsabile della malvagità, dell’odio e dell’enorme incomprensione che esiste fra gli esseri umani. Il responsabile di tale malvagità, la fonte di tutti questi problemi, è l’individuo, siamo voi e io, non il mondo così come siamo abituati a raffigurarcelo.

Il mondo è il nostro rapporto con gli altri, non qualcosa di separato da voi e me; il mondo, la società, è il rapporto che stabiliamo o cerchiamo di stabilire fra ciascuno di noi. Dunque, il problema siamo voi e io, e non il mondo, perché il mondo non è altro che la proiezione di noi stessi e comprendere il mondo vuol dire comprendere noi stessi.

Il mondo non è separato da noi; noi siamo il mondo, e i nostri problemi sono i problemi del mondo. Non mi stancherò mai di ripeterlo, perché l’apatia è talmente radicata nella nostra mentalità che pensiamo che i problemi del mondo non ci riguardino, che a risolverli ci deve pensare l’ONU o che sia sufficiente sostituire i vecchi leader con nuovi dirigenti. E’ una mentalità molto ottusa quella che ragiona così, perché siamo noi i responsabili della spaventosa infelicità e confusione del mondo, di questa minaccia costante di guerra. Per cambiare il mondo dobbiamo partire da noi stessi; e quel che conta nel partire da noi stessi è l’intenzione. Continua a leggere

David Wilcock – La Scienza dell’Uno – Capitolo 10: Vortici Temporali e Livelli Dimensionali (2/2)

Fonte:altrogiornale.org

Griglia Planetaria (Becker-Hagens)

10.13 Wilbert Smith e il “Project Magnet”

Sia Charles Berlitz in “Triangle” che il Dr.Richard LeFors Clark in “Anti-Gravity and the World Grid”, parlano del lavoro di Wilbert B.Smith, un ingegnere delle comunicazioni Canadese che lavorava per il Dipartimento dei Trasporti e studiò simili anomalie del Triangolo delle Bermuda, ma che avvenivano nell’area del Lago Ontario. WB Smith è l’unica persona ad aver condotto una indagine ufficiale Governativa sulle anomalie dei vortici magnetici, conosciuta come Project Magnet e condotta nel 1950 per ordine del Canadian National Research Council e della Marina USA. Il progetto venne classificato, forse per la natura distruttiva di tali vortici. Nel lavoro di Smith, si legge delle “aree di legame ridotto”. Sono circa di 1000 piedi in diametro e si estendono notevolmente in altezza. Se un aereo volasse nell’area, allora come per i tornado, la sua materia diverrebbe flessibile ed elastica, portandolo all’esplosione. Alcuni vortici sembrano mobili e le loro posizioni cambiano nel tempo. Smith indica correttamente che queste anomalie vengono causate da stress gravitazionali che si formano in profondità nella Terra. Questo è solo l’inizio dell’interessante informazione che possiamo trovare nella storia di WB Smith, dato che ha finito per condurre ricerche nella telepatia, che hanno messo le basi per la serie della Legge dell’Uno. Vogliamo includere questa informazione negli ultimi volumi di questa serie che saranno scritti nel 2008 o subito dopo. Continua a leggere

David Wilcock – La Scienza dell’Uno – Capitolo 10: Vortici Temporali e Livelli Dimensionali (1/2)

Fonte:altrogiornale.org  

10.1 Il “Triangolo delle Bermuda”

Nel suo libro del 1976 The Bermuda Triangle, Charles Berlitz riporta che esistono oltre 100 casi documentati riguardanti la sparizione di navi e aerei in un’area circolare che si trova nel triangolo tra la costa sud-orientale della Florida, Puerto Rico e Bermuda, dove sono avvenute circa 1000 morti dal 1948. Nella maggioranza di questi casi non viene trovato un corpo o un rottame, nemmeno una macchia di carburante o un pezzo di metallo nei casi che hanno coinvolto gli aerei. In alcuni casi si sono trovate le navi alla deriva senza equipaggio, al massimo con qualche animale a bordo. Alcune persone sono sopravvissute a tali effetti e hanno parlato di varie anomalie che dovrebbero esserci più comprensibili, inclusa l’impossibilità di rimettere in funzione i loro strumenti elettromagnetici, l’immobilità delle loro bussole, una brillante colorazione gialla del cielo in una giornata altrimenti serena e uno strano aspetto dell’oceano sotto di loro, cosa che li confondeva in merito alla loro posizione geografica.

Per alcune ragioni questo fenomeno sembra arrivato ad un picco tra il 1945 e la metà degli anni ’70 e da questo punto le testimonianze sono diminuite o si è perso interesse nella comunità metafisica. Mentre qualcuno userebbe questo blocco delle sparizioni per dichiarare “falso” il fenomeno del Triangolo delle Bermuda, può essere invece che le navi commerciali, del governo e militari, abbiano ricevuto “il messaggio” ed evitino quelle aree, oppure può essere che siano cambiati i processi interni alla Terra.

Cosa più importante, rimane il fatto che persino con le avanzate tecniche di ricerca e recupero, unite ai precisi registri delle posizioni di navi ed aerei, quei mezzi spariti non sono stati recuperati. Le navi scomparse senza lasciare segni includono la Marine Sulphur Queen, una nave lunga 425 piedi e la U.S.S. Cyclops, che aveva 309 persone a bordo e pesava 19000 tonnellate. Continua a leggere

DISCO VOLANTE AVVISTATO E FOTOGRAFATO A PIANCAVALLO, AVIANO

Fonte: noiegliextraterrestri.blogspot.com

lL Giallo UFO di Piancavallo regala un colpo di scena inaspettato. Risalente a diversi giorni or sono in realtà ma che, solo nelle ultime ore, è stato reso noto dal noto ufologo Antonio Chiumiento.

Il sei maggio scorso, in una zona non distante da dove sono state rinvenute le corone circolari, i cerchi nell’erba al centro dell’indagine, vi sarebbe stato un avvistamento di un presunto UFO. Testimonianza dell’avvistamento che è stata corredata anche da una suggestiva e spettacolare foto. E’ il professor Chiumiento che fornisce i dettagli su quest’ ulteriore sviluppo del caso di Piancavallo. “Non siamo molto distanti dalla zona delle tre corone circolari – spiega il professor Chiumiento – il signor Gianfranco De Tommaso insieme ad un’altra persona, si sono ritrovati di fronte questo strano oggetto volante non identificato. “Avevano la macchina fotografica nel baule ma sono riusciti a scattare comunque la foto con il telefonino prima che il velivolo scomparisse dalla loro vista”. C’è un collegamento con le corone nell’erba sulle vicine montagne di Piancavallo, oppure sono due episodi slegati tra di loro. “Stiamo approfondendo anche questo aspetto – spiega il professor Chiumiento – di sicuro la zona dei cerchi nell’erba non è molto distante”.

L’ufologo friulano ha provveduto a far analizzare la foto di questo avvistamento. Il presunto UFO è stato sottoposto alla perizia di Pierangelo Businaro, un collaboratore del professor Chiumiento. “La foto è autentica e di gran valore a mio avviso. Si può notare come la parte superiore del velivolo inquadrato rifletta la luce del sole. Adesso non resta che attendere le analisi dei campioni di terreno e di erba che abbiamo raccolto, poi si potrà fare un punto della situazione più completo. Di sicuro, e non mi sbilancio oltre, è un caso davvero interessantissimo”. (Foto: per gentile consessione del Team Chiumiento) Continua a leggere

La Dodicesima Illuminazione – Intervista a James Redfield

Fonte:nonsoloanimatv


NonSoloAnima.TV incontra James Redfiled, conosciuto al mondo come l’autore del bestseller La Profezia di Celestino e ora autore della Dodicesima Illuminazione. L’autore ci parla delle chiavi per portare la visione spirituale nella quotidianità dell’essere umano (Milano, 13 Maggio 2011).

Intervista a Mauro Biglino

Fonte:www.bibbia-alieni.it

Giovanni Pelosini intervista Mauro Biglino che ci parla dei suoi studi, ci spiega le sue scoperte e i suoi rapporti con la Chiesa Cattolica. Da non perdere!

Di seguito vi riportiamo la trascrizione, ringraziamo ancora Giovanni Pelosini e il suo sito giovannipelosini.com!

Dei venuti dallo Spazio: Si parla di UFO nella Bibbia?

Mauro Biglino è uno studioso di storia delle religioni con esperienza trentennale, ricercatore e scrittore di articoli, libri e prodotti multimediali di carattere storico, scientifico e didattico, ma soprattutto ha una grande conoscenza delle lingue semitiche ed è un apprezzato traduttore di ebraico antico. La sua riconosciuta competenza in questo ambito lo ha portato a lavorare per le Edizioni San Paolo, per le quali ha realizzato la lunga opera di traduzione letterale di 23 libri dell’Antico Testamento, 17 dei quali già pubblicati nella collana Bibbia Ebraica Interlineare.

Nella sua letterale traduzione della Bibbia (nella versione ebraica del Codice Masoretico di Leningrado) si notano molte interessanti differenze con le comuni versioni, che derivano spesso da traduzioni dal greco o dal latino realizzate anche molti secoli dopo l’originale stesura. Continua a leggere

  I Sintomi della 4° Dimensione

  Dodici Sintomi del Risveglio della Vostra Divinità

1. Sofferenze e dolori al corpo, specialmente al collo, spalle, schiena. Questo è il risultato dei profondi cambiamenti a livello del vostro DNA nel quale si sta svegliando il seme di Cristo. Questo passerà.

2. Sensazione di profonda tristezza interiore senza apparente causa. Voi vi state liberando dal vostro passato (questa vita e altre) e questo causa la sensazione di tristezza. Questa sensazione è simile all’esperienza di traslocare da una abitazione dove avete vissuto per molti, molti anni, ad una nuova casa. Quanto più volete spostarvi nella nuova casa, tanto più vi assale la tristezza di lasciarvi dietro ricordi, energia ed esperienze della vecchia casa. Anche questo passerà. Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: