E’ stato Petradox (o Enigmalito), si tratta dell’ultimo OOPArt di cui sia ha conoscenza. 

Fonte:  www.segnidalcielo.it

 E’ stato denominato Petradox (o Enigmalito), si tratta dell’ultimo OOPArt di cui sia ha conoscenza. Gli OOPArt sono quegli oggetti che esprimono una tecnologia incompatibile con le datazioni degli archeologici e in questo caso è anche difficile determinare il funzionamento oltre che la natura dell’oggetto. Il cosiddetto “Petradox” o “Enigmalito” è uno strano oggetto minerale che sembra contenere al suo interno un componente elettronico simile ad una spina elettrica a tre piedi (con piedi asimmetrici, come quelli dei connettori XLR ma in formato più piccolo).

Il Petradox fu’ rinvenuto in New Messico nel 1998. datato con il carbonio/14 e’ stata stimata una data che oscilla tra i 100.000 e i 155.000 anni. si annovera pertanto tra gli ooparts (oggetti fuori dal tempo)piu’ enigmatici mai

 La roccia che supporta questo pezzo di granito è poroso, con una certa quantità di quarzo e di mica (precisamente è un fillosilicato che si trova, nelle sue varianti, in diverse rocce magmatiche e metamorfiche, tra cui graniti e micascisti).

John J. Williams, un ex veterano di guerra ed esploratore del New Mexico ha trovato nel 1998 negli Stati Uniti, in un territorio lontano da grandi città tra le montagne che però lo scopritore non vuole rivelare.

Williams confessa di essere un appassionato ricercatore di enigmi e misteri che popolarmente sono associati con il paranormale e creazionismo, in modo che il problema non è del tutto estraneo.L’analisi della ricerca sullo strano oggetto metallico che la pietra porta inchiodato, dimostrerebbe che non è stato incollato alla piccola roccia con una sorta di sostanza appiccicosa, ma effettivamente incorporato, o da enormi pressioni o di energia termica.

 Anche se l’età è stata stimata a circa 100.000 anni (e alcuni 55.ooo almeno in base a un amico geologo di Williams), il suo aspetto è simile a un modello elettronico connettore XLR, con i loro tre gambe in metallo di circa 3 mm. lungo, perfettamente posizionato nel suo delta e riconoscibile sul viso una serie di sferico 8 millimetri di diametro, composto di materiale biancastro Agune come ceramica o porcellana. Tuttavia, quando si cerca in dettaglio lo scopo è evidente che la sua somiglianza con il connettore XLR è solo apparente.

La X-ray analisi ha dimostrato che, verso l’interno di questa pietra è del 6,1 cm. lungo da 3.8 cm. di larghezza e 2,2 di altezza, lo strano oggetto si trova in una struttura complessa all’interno di una cavità più profonda, forme arrotondate. Un dettaglio curioso è che le gambe del misterioso oggetto appaiono eroso dalle stesse forze che hanno agito anche moderando la superficie della roccia, quindi se si trattasse di un falso, ha avuto l’astuzia di perseguire questo enorme effetto di usura equilibrata. L’oggetto è stato comunque messo a disposizione da Williams per l’analisi di qualsiasi scienziato interessati a studiarlo.

 fonte

Advertisements