Un nuovo forte sisma in Giappone, casualmente dopo l’oscuramento dei grafici HAARP

Fonte:www.ecplanet.com

Appena ieri erano arrivate le voci di alcune “stranezze” sulle emissioni di HAARP, grazie ai cui grafici alcune persone erano riuscite a prevedere alcuni dei più distruttivi terremoti degli ultimi tempi, compreso quello dell’11 marzo 2011 in Giappone. Oggi il caso vuole che ci sia stato un altro forte sisma in Giappone.

Chi non voleva credere alla connessione HAARP-terremoti diceva che sarebbe stato incredibile che il responsabile di un simile misfatto avrebbe messo on line le prove della propria colpevolezza. Chissà cosa diranno queste persone adesso che i grafici sono stati occultati.

Anche quest’ultimo terremoto in Giappone è stato provocato artificialmente? La certezza assoluta in questo caso non ce l’ho al momento, però il sospetto è molto forte, e quanto è successo è inquietante.

Qui di seguito un articolo tratto dal blog Non Votare Chi ti Avvelena che descrive in dettaglio la situazione.

Ricordate che in diversi casi l’osservazione dei grafici Haarp ha anticipato le catastrofi immani come i terromoti e gli tsunami degli ultimi tempi?

Non è un mistero, dunque, che gruppi di persone del web tengano d’occhio le attività, i differenti dati in grafici (lo Spectrum Monitor WaterFall chart ha presentato dei “buchi” di dati prima dei terremoti) presenti sul sito Haarp ufficiale, viste queste indubbie circostanze. Due esempi (guardare anche i link sopra indicati):

22/3/2011 il “buco” di dati prima del terremoto
in Thailandia/Birmania


3/3/2011 il “buco” di dati prima del terremoto in Giappone

Haarp comunque, non è certo il solo sistema di antenne presente sul globo, (esiste anche la struttura di antenne Sura, russa), ma è stata quella rispetto alla quale le coincidenze coi recenti eventi distruttivi, sono strettissime.

Ciò che invece appare una novità allarmante, mai accaduta sino ad ora, è la mancanza di disponibilità del sito web Haarp: è stato possibile aprirlo solo fino al 3 Aprile e da allora la pagina web risulta non priva di collegamento al sito stesso (provate voi stessi sul link principale di Haarp oppure Qui dove prima erano disponibili i dati).

Il video (censurato) appartiene allo stesso utente youtube che aveva “predetto” i terremoti attraverso le osservazioni dei tracciati. Gli ultimi dati riportato nel grafico, presente nel sito Haarp, sono stati caratterizzati da un attività estremamente alta, la più grande fino ad ora osservata. Il medesimo link, utilizzano nei mesi precedenti
http://maestro.haarp.alaska.edu/cgi-bin/spectrum/getchart.cgi,
risulta irraggiungibile da ogni parte del web, con qualsiasi browser, ed è stato mai inaccessibile

L’attenzione è puntata sopratutto sulle ipotesi di terremoto altamente distruttivo aNew Madrid. Aveva destato, infatti, sospetto che la FEMA americana avesse preparato un piano di emergenza per tale evenienza acquistando recentemente quantitativi di cibo per 140 milioni di pasti (Leggi anche qui) più altri generi di prima necessità.

Ma siamo in una guerra ambientale, difficile azzardare di più.

Fonte: scienzamarcia.blogspot.com

Annunci