Fonte: www.astronavepegasus.it

La Giusta Via di mezzo

https://i1.wp.com/www.nonso.info/wp-content/uploads/2010/12/mani_meditazione1-300x300.jpg

La qualità delle proprie scelte determina la qualità della vita, paradiso ed inferno sono stati mentali che l’uomo si crea nella sua realtà quotidiana. Ogni cosa è collegata, ogni elemento ha in sé la potenzialità del Tutto. Da ogni singola azione dipende …la vita, l’uomo tesse la trama del suo Karma in ogni istante, che ne sia consapevole o meno. L’uomo ha in sé luce ed oscurità, sta a lui decidere quale energia alimentare; coerenza è fatica mentre l’illogicità trova terreno fertile nell’ignoranza e nel l’ottusità. Ogni attimo di Vita porta con se una verità, ogni respiro è una possibilità in più che ci è stata donata per crescere. Imparare a pensare per imparare a fare a meno dei pensieri, agire senza mediazioni, non c’è bisogno di pensare nell’Identificazione. La Giusta Via di mezzo si manifesta nell’equilibrio fra istinto e razionalità. La ricerca di se stessi è la ricerca della verità, l’uomo ricerca solo ciò che pensa di non avere o di non trovare, ma come può un uomo non trovare se stesso? E’ necessario trovarsi affinché si renda possibile la dissoluzione nell’Io. La base della vita di un Theravada è il rispetto, se non l’Amore, per la vita stessa, il Giusto protegge ciò che Ama, protegge la Vita, anche a costo di ricorrere alla forza. La negatività và abbattuta senza alcuna pietà, senza alcuna forma di compassione. La paura immobilizza, il coraggio sprona, la negatività distrugge, l’Amore crea. Un bicchiere deve essere vuoto per essere riempito in maniera corretta, chi si porta alle parole dell’Insegnamento dovrebbe portarcisi senza impurità alcuna come un bicchiere vuoto.
Chang

 

Annunci