Anunnaki, inventori dell’Oroscopo

 

Lo scrittore Zecharia Sitchin, nelle sue opere ci ha rivelato come furono gli Anunnaki ad inventare l’Oroscopo. Per Sitchin, fu il dio Enki, il primo che raggruppò in “costellazioni” le stelle visibili dalla Terra, dividendo in dodici parti il cielo in cui la Terra orbitava intorno al Sole (circolo zodiacale). Ciascuna delle dodiciesime parti del circolo occupava 30° dell’arco celeste, il passaggio da una casa zodiacale all’altra durava 2.160 anni, e un ciclo completo dello zodiaco durava 25.920 anni. Queste nozioni risalgono ad un periodo antecedente la civiltà umana, perchè il calendario zodiacale venne applicato durante il primo soggiorno di Enki sulla Terra, quando le prime due case zodiacali vennero chiamate in suo onore. Smentendo la tesi che vuole Ipparco di Nicea, astronomo greco, vissuto nel III secolo a.C. come lo scopritore, anche perchè millenni prima di lui, i Sumeri già conoscevano le dodici case zodiacali, con i loro nomi e con le loro raffigurazioni che ancora noi oggi usiamo.

Le dodici case zodiacali dei Sumeri:

01. GU.AN.NA (“Toro Celeste”), Toro

02. MASH.TAB.BA (“Gemelli”), Gemelli

03. DUB (“Tenaglie”, “Molle”), Cancro

04. UR.GULA (“Leone”), Leon

05. AB.SIN (“La Fanciulla), Vergine

06. ZI.BA.AN.NA (“Fato Celeste”, “La Scala”), Bilancia

07. GIR.TAB (“Ciò che afferra e taglia”), Scorpione

08. PA.BIL (“Il Difensore”, “L’Arciere”), Sagittario

09. SUHUR.MASH (“Pesce-Capra”), Capricorno

10. GU (“Signore delle Acque”), Acquario

11. SIM.MAH (“Pesci”), Pesci

12. KU.MAL (“Abitarore del Campo”), Ariete

 

Fonte: http://anunnakitranoi.blogspot.com

Annunci