Una prima divisione all’interno della gerarchia dei Rettiliani,  è quella tra rettiliani “bianchi” e rettiliani “neri”, dove i primi rappresentano l’élite della gerarchia, hanno fede in Dio e seguono un percorso di crescita, ed i secondi invece rappresentano il “popolo” rettiliano, sono atei e seguono soltanto interessi materiali.

I rettiliani “bianchi” si dividono in 7 livelli, mentre i rettiliani “neri” si dividono in 13 livelli. In entrambi i casi la suddivisione avviene in base al proprio livello di crescita, stabilito dal Consiglio terrestre dei rettiliani, che rappresenta il governo rettiliano sulla Terra ed è composto da soli rettiliani “bianchi”, con la presenza fissa tuttavia di un delegato dei Maestri Ascesi. Attualmente questo delegato è un Maestro Asceso chiamato Adin, ma che i rettiliani amano chiamare Al-Adin poiché tale Maestro Asceso è discendente e geneticamente collegato al Gran Gran Maestro siriano, che è appunto ricordato col nome di Al-Adin, uno dei 7 Gran Maestri siriani che giunsero sulla Terra 200.000 anni fa circa. 

Il Consiglio terrestre dei rettiliani non risponde ad alcun Consiglio rettiliano di ordine superiore, poiché al giorno d’oggi i rettiliani sono rimasti relativamente pochi anche sugli altri pianeti, ed il Consiglio terrestre rappresenta il Consiglio Supremo per tutti i rettiliani esistenti nello spazio-tempo. E’ qui sulla Terra, infatti, che vivono gran parte dei rettiliani esistenti oggigiorno. Sulla Terra ve ne sono circa 9.000 (di cui l’8% circa “bianchi”), allo stato presente, e circa 1.500 (tutti “neri”) in tutto il resto dello spazio-tempo. I rettiliani per sopravvivere hanno bisogno di energia elettrica e radioattiva, ed è per questo che la maggior parte di essi vivono sulla Terra dato che è qui che in questa fase storica si concentra la maggior parte di tali energie. D’altra parte i rettiliani sopravvivono solo grazie agli attaccamenti astrali con luoghi ed altri esseri, e poiché sia la Terra sia gli umani terrestri stanno ascendendo, seppur lentamente, molti rettiliani negli ultimi anni sono morti poiché è venuta meno l’energia che li teneva in vita (avendo la Terra e molti umani terrestri rilasciato il karma con loro).

I rettiliani “bianchi” terrestri vivono tutti nelle alte montagne dell’Himalaya (ricordiamo che stiamo parlando del piano astrale). Raramente si spostano da quelle zone se non per lavori energetici di supporto all’ascensione terrestre, in qualche particolare zona del globo. I rettiliani “neri” invece vivono sparsi un po’ in tutto il mondo, soprattutto dove c’è ricchezza materiale: essi infatti amano impossessarsi delle persone ricche e potenti per poterle controllare ed usare la loro grande energia karmica per sopravvivere. Tutto ciò naturalmente nel rispetto del karma: non dimentichiamo che i rettiliani sono gli angeli “neri”, che si occupano cioè della distruzione, cioè dei pensieri negativi, come già detto.

 

Fonte: Ascensione.com