“Un gran numero di salmoni rossi (sockeye salmon) sta morendo nel fiume Fraser, prima di deporre le uova, a causa di un virus misterioso. Cosi dicono gli ultimi studi.

 

I dati storici mostrano che alcuni pesci muoiono sempre lungo la via verso i loro lidi per deporre le uova, ma dagli inizi degli anni ’90 il problema si è fatto sempre più acuto: in alcuni anni sono morti più di 2milioni di pesci.

I ricercatori si sono arrovellati a lungo nel cercare che cosa facesse smettere di nuotare pesci apparentemente sani, che poi finiscono a pancia in su. Una vasta squadra di ricercatori del Dipartimento Federale della Pesca e degli Oceani ( federal Department of Fisheries and Oceans) nonché 3 università canadesi hanno trovato che la maggior parte dei pesci che muoiono prima di deporre le uova hanno in comune un “segnatura genomica” o uno schema che mostra che dei cambiamenti sono avvenuti in una gamma di geni attivati per combattere una infezione.

“La nostra ipotesi è che il segnale genomico associato ad elevata mortalità sia la risposta ad un virus che sta infettando i pesci prima che entrino nel fiume e che persiste nell’area della deposizione uova”, ha detto il rapporto pubblicato nel giornale delle Scienze giovedì.

Degli studi relativi ai territori di deposizione uova indicano che più del 70 percento del salmone che è morto prima di depositare le uova aveva la segnatura genomica.

Il prof Tony Farrell, presidente della ricerca alla University of British Columbia, dipartimento di zoologia, ha detto che la ricerca va in direzione di un virus sconosciuto, ma che le varie specifiche ancora non sono state confermate.

“Potrebbe non essere un virus… ma l’ipotesi è che lo sia”, ha detto. “Dobbiamo scoprire se è un virus e, se è stato preso da qualche parte qui intorno, dobbiamo scoprire dove… Continua ad esserci un mistero sulla faccenda…”

Il prof. Scott Hinch, del dipartimento delle scienze forestali alla UBC, ha detto che i lavori sono in corso per cercare di determinare dove, nella loro fase di vita, i pesci prendono l’infezione.

Dice che si stanno analizzando dei campioni di pesce giovane, per vedere se hanno, nei primi periodi di vita, “la segnatura che è in riferimento alla mortalità”. Questo prima che lascino le acque dolci. Sono stati raccolti dei campioni di salmone al mare, nella fase della loro mezza età.

Questa ricerca è stata eseguita da 15 scienziati della UBC della Simon Fraser University e della Carleton University ed è stata condotta da Kristina Miller, capo della sezione genetica molecolare della DFO. Carla Shore, una portavoce per la Commissione federale di Inchiesta per il declino del salmone rosso nel fiume Fraser, ha detto che lo studio è di interesse ma che non è ancora stata presa una decisione per chiamare a testimonianza i ricercatori.

 

Fonte originale: theglobeandmail.com / Traduzione a cura di: Cristina Bassi / Fonte: saluteolistica.blogspot.com

 

 

Advertisements