Nonostante vi siano prove in tutto il mondo, condizioni morfologiche ed energetiche speciali, fanno dell’Inghilterra un luogo particolarmente adatto alla manifestazione dei cerchi nel grano. Privilegio che ha permesso negli ultimi anni a molti ricercatori di osservare in questo continente le evoluzioni del fenomeno per studiarne il significato profondo. Siamo di fronte ad una forma d’arte evoluta – decisamente non umana – la cui bellezza non ha eguali, ma anche ad un raffinato sistema di comunicazione che, attraverso la sua simbologia, ci trasmette conoscenza. Come ogni estate che si rispetti, ovviamente il periodo più favorevole per la comparsa dei cerchi, anche quest’anno sono state rilevate in diverse parti del pianeta numerose formazioni, delle quali oltre 50 nel solo Regno Unito e ben 22 in Italia.

Ma nel Berkshire, una contea dell’Inghilterra sud-orientale, è apparsa verso la fine di luglio una coppia di pittogrammi che ha attirato più del solito l’attenzione di appassionati e addetti ai lavori. I due cerchi, distanziati di poco l’uno dall’altro, riproducono quasi certamente l’immagine del volto della Sindone. La tecnica con cui sono stati creati gli effetti di chiaro-scuro delle immagini non è nuova agli studiosi di crop circles e ricorda, oltre ad alcuni precedenti, quella di “retinatura” utilizzata nella stampa tradizionale (monocromatica). La cosa interessante è che una delle immagini sembra essere complementare all’altra, un po’ come se si volessero rappresentare due parti dello stesso essere. Una metafora che potrebbe ricondurre al concetto di dualità da cui dipende l’uomo e alla necessità di armonizzare la sua parte materiale con quella spirituale per raggiungere lo stato cristico, l’illuminazione. Infatti se sovrapponiamo il diagramma del cerchio 1 con quello invertito del cerchio 2 otteniamo un’immagine completa. Alcune semplici comparazioni con uno dei due pittogrammi sono bastate a confermare la tesi della somiglianza; il volto sembra proprio essere lo stesso.

Preso da:  http://www.altrogiornale.org

Advertisements